Sei qui: Home Politica
Bossi: "2013 mi sembra un po' lontano" e rilancia la Padania

Bossi: "2013 mi sembra un po' lontano" e invoca la Padania

Bossi torna ad invocare la Padania ed evoca le elezioni anticipate alla festa della Lega a Monvisio. Il Senatur, a chi gli chiede se il governo andrà avanti fino a 2013, risponde che "sembra un traguardo un po' lontano". Dal popolo del Carroccio sono in molti a dire ora basta con Berlusconi.

"Speriamo che l'acqua del Po ci porti fortuna", si augura Bossi ma a chi gli chiede un pronostico sulla tenuta del governo risponde lapidario: "per adesso si va avanti ma il 2013 mi sembra un po' lontano".

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Bersani, Di Pietro e Vendola alla festa Idv, prove tecniche di Ulivo

Bersani, Di Pietro e Vendola alla festa Idv, prove tecniche di Ulivo

Il nuovo Ulivo prende le mosse da Vasto, dalla festa dell'Italia dei Valori dove si trovano sullo stesso palco Di Pietro, Vendola e Bersani. Prove tecniche di coalizione, "ma senza chiudersi al centro", avverte il segretario del PD che lancia una tre giorni programmatica scommettendo sul voto del 2012.

"Entro la fine dell'anno - dice Bersani - noi dobbiamo aver messo a punto il progetto, aver concordato sul messaggio politico fondamentale, mettere in moto i meccanismi di mobilitazione e partecipazione ed essere attrezzati".

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Manovra: tensione al Parlamento, lancio di fumogeni e petardi

Manovra: tensione al Parlamento, lancio di fumogeni e petardi

È come se la piazza scaldasse i motori della protesta. Manifestano a Montecitorio durante le operazioni di voto sulla manovra. Urlano slogan, lanciano fumogeni e bombe di carta. Gridano "dimissioni", "noi la crisi non la paghiamo, Berlusconi vattene", "Alemanno pezzo di m...".

Sono lì da questa mattina per un sit-in, il picchetto Cobas-Rsu saluta così il si della manovra.

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Milanese: la Giunta dice no all'arresto grazie alla Lega

Milanese: la Giunta dice no all'arresto grazie alla Lega

Con un solo voto di scarto la Giunta per le autorizzazioni della Camera dice no all'arresto del deputato del Pdl Marco Milanese. Il quadro accusatorio a carico dell'ex braccio destro di Tremonti è "robusto e corposo", dice compatta l'opposizione che vota invece per il sì alla misura cautelare.

"Si tratta di reati comuni e in questo caso di corruzione - dice Marinella Samperi del Pd - uno dei reati più gravi che in questo momento possa colpire la vita politica, sociale e civile di questo Paese".

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Milanese: domani il voto per l'arresto, "contro di me un vero massacro mediatico"

Milanese: domani il voto per l'arresto, "contro di me un vero massacro mediatico"

L'aula della Camera voterà giovedì prossimo la richiesta d'arresto del deputato Pdl Marco Milanese, intanto l'ex braccio destro di Tremonti risponde alla Giunta per le autorizzazioni della Camera e dice: contro di me un vero massacro mediatico.

Il 14 dicembre scorso 36 minuti sarebbero bastati a Marco Milanese, allora braccio destro di Tremonti, per svuotare due cassette di sicurezza che avrebbero contenuto dei segreti.

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Ultimatum dei magistrati a Berlusconi: l'audizione si deve fare

Ultimatum dei magistrati a Berlusconi: l'audizione si deve fare

La procura di Napoli ha chiesto a Silvio Berlusconi di indicare una data tra il 15 e il 18 settembre per essere ascoltato nell'ambito dell'inchiesta Tarantini. In caso contrario la procura potrebbe valutare se avviare la procedura per l'accompagnamento coatto che dovrebbe comunque essere autorizzato dalla Camera.

A Napoli la memoria inviata dal Silvio Berlusconi non basta, i magistrati intendono comunque sentire il Cavaliere, quindi l'audizione si farà.

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Alfano non ci sta: "Basta martellate a colpi d'interviste"

Alfano non ci sta: "Basta martellate a colpi d'interviste"

Un presidente del consiglio in difesa ha parlato questa mattina sul sito dei Promotori della libertà. Difesa a tutto campo da chi nel Pdl sta pensando ad un cambio di guardia e dai tanti che lo accusano di andare a Bruxelles martedì non per, come dice lui, sostenere la causa italiana in Europa, ma per sfuggire all'interrogatorio sul caso Tarantini.

"Sono in Europa per fare il mio dovere", Berlusconi replica in questo modo a chi lo descrive come un premier fuggiasco assediato dai pm. Martedì doveva essere interrogato a Palazzo Chigi dai magistrati che indagano sul caso Tarantini e che dovevano ascoltato come testimone di parte offesa, invece sarà a Bruxelles la mattina e a Strasburgo nel pomeriggio.

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Tav, scontri in Valsusa Maroni: "intenzione di uccidere"

Tav, scontri in Valsusa Maroni: "intenzione di uccidere"

La Digos ora indaga per identificare chi c'era ieri a Genova e che ha impedito a Mauro Moretti di intervenire alla Festa del Partito Democratico.

L'amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato doveva parlare di trasporto su rotaia e alta velocità, non ha nemmeno aperto bocca perché sommerso da una pioggia di fischi e insulti.

Le proteste sono diverse e la rabbia si somma. Da una parte le gigantografie delle vittime di Viareggio con i familiari a chiedere giustizia e dimissioni per chi è ritenuto responsabile dell'incidente, dall'altra un gruppo di No Tav urla che la Val di Susa non si tocca e che l'alta velocità non passerà.

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Cozza day di Grillo, Indignati e Popolo Viola in piazza contro la casta

Cozza day di Grillo, Indignati e Popolo Viola in piazza contro la casta

Dopo la Spagna gli "Indignados" arrivano a Roma e si preparano ad un lungo weekend di protesta. Intanto migliaia di persone guidate da Beppe Grillo davanti a Montecitorio portano cesti di cozze, simbolo dell'attaccamento alle poltrone.

"Non siamo merce di politici e banchieri", uno striscione unisce gli Indignati, il Popolo Viola e i naufraghi del lavoro. Insieme per dire che è ora di dare la sveglia all'Italia ed è il momento di fare piazza pulita.

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Bersani chiude la festa Pd: "Via Berlusconi o si va a fondo"

Bersani chiude la festa Pd: "Via Berlusconi o si va a fondo"

Bersani chiude la Festa democratica di Pesaro e annuncia per il 5 novembre una grande manifestazione a Roma. "L'Italia è stata umiliata, Berlusconi si tolga di mezzo o ci porterà tutti a fondo".

Il segretario del Pd chiude così la Festa nazionale che si è svolta proprio nei giorni in cui a Roma si discuteva e si votava la manovra, quindi è proprio su questi temi si è incentrato il suo discorso.

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Marcegaglia: Italia in pericolo, se il governo non ce la fa vada a casa

Marcegaglia: Italia in pericolo, se il governo non ce la fa vada a casa

Emma Marcegaglia mai prima d'ora aveva usato parole così allarmate sulla situazione del nostro Paese. "L'Italia è in pericolo - dice la presidente della Confindustria dalla Festa dell'Udc - stiamo andando peggio della Spagna" che sta risalendo la china dopo le dimissioni di Zapatero e l'annuncio delle elezioni anticipate. "Se il governo non è in grado di operare - dice la Marcegaglia - tragga le conseguenze".

"Oggi il nostro paese è in pericolo - dice Emma Marcegaglia - lo diciamo subito e chiaramente. Se facciamo finta che problemi non ci siano facciamo un danno al Paese".

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Acquisto bond, la Bce spaccata abbandona l'Italia?

Acquisto bond, la Bce spaccata abbandona l'Italia?

Terremoto alla Banca Centrale Europea, lo scontro sugli aiuti ai paesi più deboli, in particolare Spagna, Italia e Portogallo, ha portato alle dimissioni del rappresentante tedesco. Un fatto senza precedenti che dà corpo ai timori su un possibile abbandono dell'Italia da parte della BCE e che fa uscire allo scoperto l'atteggiamento di buona parte della Germania che non vuole pagare per le nazioni più deboli.

Pesanti le ripercussioni sulle borse europee, Milano e tra le peggiori con - 5% ed è salito alle stelle lo spread.

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
L'Fmi corregge al ribasso le stime della crescita italiana

L'Fmi corregge al ribasso le stime della crescita italiana

Le nuove misure proposte dal governo, sommate al provvedimento di fine luglio, fanno lievitare l'entità della correzione dei conti pubblici che così oltrepassa la soglia dei 59 miliardi di euro da qui al 2014.

Pressato dai mercati, da Bruxelles e del Quirinale, Palazzo Chigi alla fine ha deciso di alzare l'Iva dal 20 al 21%.

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Napolitano: "fare presto con misure più credibili ed efficaci"

Napolitano: "fare presto con misure più credibili ed efficaci"

La parola d'ordine è fare in fretta, giovedì la Bce dovrà decidere se rinnovare gli acquisti dei titoli di stato italiani. Il governo punta ad arrivare a quell'appuntamento con la manovra già approvata, almeno dal Senato.

Ieri sera dopo la giornata nera dei mercati, il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano,  ha chiesto tutte le forze politiche di non sottovalutare la situazione, di inserire nella manovra misure "più credibili ed efficaci", di porre fine a incomprensioni "pregiudiziali e insostenibili".

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Cgil: è lo sciopero generale, lavoratori in piazza

Cgil: è lo sciopero generale, lavoratori in piazza

Non c'è soltanto lo sciopero generale di domani, la Cgil è pronta a contrastare la norma sui licenziamenti passata in Commissione bilancio anche in altri modi. Dal ricorso alla Consulta allo sciopero in quelle aziende che cercheranno di applicarla.

L'articolo 8 della manovra, che permette ad un'impresa di licenziare se c'è l'accordo con i sindacati aziendali o territoriali in deroga alle leggi nazionali, per Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, viola la Costituzione, vuole abolire il contratto nazionale e attacca lo Statuto dei lavoratori.

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Manovra, recupero condono 2002 e accorpamento previdenza

Manovra, recupero condono 2002 e accorpamento previdenza

Sulla manovra la maggioranza esprime ancora una volta idee chiare, si fa per dire. Soltanto ieri Angelino Alfano aveva detto che l'intenzione è quella di non chiedere la fiducia. Gli aveva fatto eco anche il presidente del Senato Schifani auspicando che il dibattito "non fosse strozzato".

Ventiquattr'ore dopo il ministro Romani non esclude invece che la strada possa essere proprio questa.

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Bersani: "Nuovo governo o l'Italia non ce la fa"

Bersani lancia l'appello: "Nuovo governo o l'Italia non ce la fa"

L'opposizione reagisce alle accuse di Berlusconi che l'ha definita "criminale e antitaliana". Pronti ad un governo di responsabilità, dice Bersani, ma serve un cambio politico e "Berlusconi se ne deve andare".

"I conti non tornano, i criminali siamo noi?". E ancora: " Berlusconi o è il irresponsabile o è malato e va curato". Tutta l'opposizione boccia la manovra e boccia le ultime esternazioni del presidente del Consiglio.

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Industriali sconcertati dalla manovra

Manovra: industriali "sconcertati", Cgil conferma lo sciopero generale

Confindustria carica a testa bassa la manovra, "siamo sconcertati per le misure antievasione". Ieri era stata giudicata dagli industriali "debole e inadeguata", oggi ancora più duri contro le modifiche presentate dal governo.

Confindustria dice di condividere la lotta all'evasione ma spiega che "queste misure sono inefficaci, risentono della fretta e dell'approssimazione e per di più rischiano di penalizzare le imprese corrette con il fisco".

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Bersani: "Non si può andare avanti così"

Bersani: "Non si può andare avanti così"

"O è un irresponsabile o va curato". L'opposizione risponde con durezza l'attacco di Berlusconi che la incolpa di essere "criminale e antitaliana".

"È chiaro - dice la Finocchiaro riferendosi al Cavaliere - non può governare un paese che disprezza e inganna". Si allarga la frattura già profonda per una manovra che il centrosinistra giudica iniqua e recessiva, peggiorata dalle ultime correzioni.

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione
Manovra, Ue preoccupata: "troppo spazio alla lotta all'evasione"

Manovra, Ue preoccupata: "lotta all'evasione non quantificabile"

Bruxelles l'aveva detto "seguiremo con particolare attenzione l'iter della manovra". Così oggi dall'Europa la sentenza: "siamo preoccupati per le ultime modifiche, si dà troppo spazio alla lotta all'evasione, non ci si può basare solo su questa per poter rimettere in sesto i conti dello Stato".

Intanto si allarga la platea delle critiche, da Cernobbio economisti industriali parlano apertamente di manovra "confusa, frutto di un paese pasticcione".

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione

Nessun condono, Tremonti: “sarebbe una tantum”

Tra le mille voci che si accalcano sulle misure possibili da inserire nella manovra per reperire le risorse che sono venute a mancare con gli stravolgimenti degli ultimi giorni, il ministro dell’Economia Tremonti rompe il silenzio ed interviene.

Leggi tutto...

  • Scritto da redazione

Articoli in argomento

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter