"Scandalo" all'Eliseo

LA CASA DEL DISONORE

Un secondo atto intenso e breve, con la tragicità del testo che finalmente emerge, dopo un primo atto in cui i caratteri dei personaggi appaiono non adeguatamente interpretati tanto che spesso il pubblico sfocia in un’inopportuna ilarità.

Voce considerevole del realismo tedesco il drammaturgo austriaco Arthur Schnitzler (1862 – 1931) squisito autore di quel “mal de vivre” che caratterizzò in patria il periodo tra l’ottocento e il novecento e la mancanza di autenticità anche per quanto riguarda la sfera sessuale vissuta in maniera rigida e conformista, visto mercoledì 10 febbraio al Teatro Eliseo.

Sublime scrittore d’intrighi amorosi e della noia, tema poi ripreso e perno di molta letteratura successiva.

Delicatissime ragnatele di rapporti, a volte solo abbozzate ma che resta un efficace esempio di come anche nella stessa coeva “art nouveau”, potessero coesistere crudi e vigorosi richiami alla veridicità delle descrizioni dei personaggi con la più raffinata decorazione degli ambienti.

Franco Però mette in scena per la prima volta in Italia ”Scandalo”, traduzione dall’originale Das Vermächtnis (L’eredità), scritta nel 1898 dal drammaturgo.

Un giovane rampollo dell’alta borghesia, sul letto di morte, rivela ai genitori la relazione con una ragazza di basso ceto sociale dalla quale ha avuto un figlio per chiedere ai genitori di accoglierli in casa alla sua morte.

Un lascito pesante da affrontare e da rispettare che fa emergere i contrasti sociali, il conformismo, le falsità e il perbenismo strisciante dei personaggi che finiscono tutti per essere sconfitti.

Soccombono gli uomini, il padre Adolf Losatti (un poco convincente Franco Castellano) e il Dottor Schmidt (un rigido Adriano Braidotti) ancorati ai formalismi d’epoca; cedono le donne, la madre Betty (un’intensa Ester Galazzi) e la zia Emma (un’asettica Stefania Rocca).

La rappresentazione scivola senza lasciti per l’interpretazione e la regia, da vedere per la bellezza delle scene, la raffinatezza dei costumi e un meraviglioso disegno luci.

SCANDALO ALL’ELISEO
di Arthur Schnitzler con Stefania Rocca

Con: Franco Castellano, Filippo Borghi, Adriano Braidotti, Federica De Benedittis, Ester Galazzi, Andrea Germani, Lara Komar, Riccardo Maranzana, Astrid Meloni, Alessio Bernardi, Leon Kelmendì - Regia Franco Però.