Sei qui: Home Spettacolo Teatro Morte di un commesso viaggiatore all'Argentina

Morte di un commesso viaggiatore all'Argentina

Morte di un commesso viaggiatore, Teatro Argentina

LANGUORI DI UN TEMPO CHE FU

Prima all’Argentina (seconda opera in cartellone quest’anno) del drammaturgo americano.

Un classico del Novecento, rappresentato per la prima volta nel 1949 a New York per la regia di Elia Kazan ”Morte di un commesso viaggiatore” è il testo più conosciuto di Arthur Miller.

Dopo la seconda guerra mondiale furono loro i più efficaci interpreti del teatro americano insieme allo scenografo Jo Mielziner la cui collaborazione, nelle opere presentate, definì l’impostazione registica che rimase dominante negli Stati Uniti fino alla fine degli anni cinquanta per poi tramontare, verso la fine degli anni sessanta, diminuendo l’interesse per questo genere di spettacoli, con la nascita del dramma anti realistico.

L’illusione del sogno americano, la resa della verità psicologica scaturita dalle motivazioni interiori dei personaggi, il fallimento esistenziale, le aspettative deluse, i conflitti familiari, argomenti centrali della drammaturgia di Miller che Elio De Capitani dirige e interpreta nel ruolo di Willy Loman, il commesso viaggiatore, in un lavoro ormai collaudato dopo il debutto a Milano nel gennaio 2014.

La rappresentazione evidenzia le capacità interpretative, oltre a quelle di De Capitani, di tutti gli attori: Cristina Crippa (la moglie Linda Loman), Federico Vanni (l’amico Charlie) e Angelo Di Genio (il figlio Biff Loman) che dà al personaggio carattere e passione.

Tra scene girevoli che mirano a incastrare presente e passato, sogni e realtà insieme a una regia poco ispirata, le oltre tre ore di spettacolo risultano faticose da gustare in pieno.

Forse questi recitativi con parti “serie” e comportamenti arroganti che tanto affascinavano il pubblico, diventando di moda nella metà del secolo scorso, oggi risultano più come languori di un tempo passato se non vivificati da un impatto critico della messa in scena.

Tra il pubblico Paola Gassman, Ugo Pagliai, Renato Scarpa, Stefano Rodotà.

Con Elio De Capitani, Cristina Crippa, Angelo Di Genio, Marco Bonadei, Federico Vanni, Gabriele Calindri, Alice Redini, Vincenzo Zampa, Daniele Marmi, Vanessa Korn - Teatro Argentina – mercoledì 9 dicembre 2015

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter