Sei qui: Home Spettacolo Teatro Gassman in Riccardo III all'Argentina

Gassman in Riccardo III all'Argentina

Gassman in Riccardo III all'Argentina

SHAKESPEARE E’ COME IL MONDO…

Rosa rossa. Rosa bianca. Lancaster. York. Guerra delle due Rose appunto. Due rami della medesima dinastia, quella dei Plantageneti.

Sangue, cadaveri, potere. Riccardo III, interpretato da Alessandro Gassman nella doppia veste di attore e regista, tiranneggia, giganteggia, troneggia con le sue deformità, la sua cattiveria, la sua altezza, sovrastato a sua volta da un’estrema solitudine, insediato da fantasmi, braccato nell’ultima battaglia non esita a barattare il suo regno per un cavallo.

Nell’originale shakespeariano Riccardo pronuncia quasi un terzo di tutte le parole dette nel dramma, mentre degli altri personaggi soltanto Buckingham riesce a malapena a toccare il dieci per cento del totale.

Un’occasione da mattatore quindi che Gassman non poteva certo lasciarsi sfuggire, memore di tanto padre.

I tempi storici, come costume di tutte le opere teatrali, risultano drasticamente compressi anche nel Riccardo III come del resto deliberata, da parte del Bardo, la violenza fatta agli episodi reali narrati.

Ai Tudor interessava presentare l’ultimo re plantageneto come un mostro di ferocia giustamente eliminato dal cavaliere senza macchia e senza paura Enrico Tudor conte di Richmond.

La messa in scena tra torre, mura, arcate gotiche, ombre e luci, costumi disneyani, con mescolanze di stili le più variegate: atmosfere da caserma, suggestioni “anni quaranta”, appare intrisa da troppi ridondanti effetti speciali, d’impronta cinematografica - compresi titoli di coda, colonna sonora e macchiettismi del protagonista.

La traduzione e l’adattamento di Vitaliano Trevisan riducono a dieci i personaggi; lo scrittore modernizza il linguaggio per renderlo più semplice e diretto ma si avverte qualche caduta di stile.

L’interpretazione della Compagnia è scorrevole con una nota particolare per l’intenso Manrico Gammarota (Tyrrel) e un convincente Mauro Marino, soprattutto nel ruolo di Margherita.

Cedendo al clima-spettacolo vi precisiamo che Sabrina Knaflitz (Lady Anna) è la moglie di Gassman.

“Shakespeare è come il mondo, o come la vita. Ogni epoca vi trova quello che cerca e quel che vuole vedervi.”

GASSMAN IN RICCARDO III all’Argentina
Di William Shakespeare

Con Alessandro Gassman, Mauro Marino, Giacomo Rosselli, Manrico Gammarota, Emanuele Maria Basso, Sabrina Knaflitz, Marco Cavicchioli, Marta Richeldi, Sergio Meogrossi, Paila Pavese.Regia di Alessandro Gassman.Teatro Argentina, giovedì 27 marzo 2014

ECCO IL TRAILER:

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter