Rumori fuori scena, Teatro Vittoria

Rumori fuori scenaVIVIANA CHE RITMO

Chi fa teatro conosce fin troppo bene le diaboliche dinamiche che entrano in gioco nella costruzione e nella messa in scena di uno spettacolo.

Sir Michael Frayn descrive alla perfezione il delicato e difficile equilibrio che un attore, un regista, deve cercare in bilico tra l’interpretazione di un personaggio, le personali emozioni come individuo e gli inevitabili attriti, gelosie, paure, antipatie delle relazioni umane.

 “A poche centinaia di secondi dalla prima”, una compagnia sgangherata si trova ancora ad affrontare “ le motivazioni” di alcune scene e movimenti che un regista, ormai esasperato, ed esaurito deve cercare di risolvere per concludere la prova generale.

Dalle prove si passa alle repliche, viste però dal retroscena; “lo spettacolo” che il pubblico generalmente non vede.

In una sovrapposizione tra vita reale e finzione in cui entrate e uscite ormai sono completamente scombinate e scoordinate e su cui cala inesorabilmente il sipario.

Un meccanismo ben allestito e ormai supercollaudato che la compagnia Attori & Tecnici porta in scena da quasi trenta anni, per la regia dell’indimenticato Attilio Corsini.

Ritmi serrati e veloci, che impegnano tutti gli attori in due ore e mezzo di rappresentazione che non concede tregua tra entrate, uscite, aperture e chiusure di porte, gag in un ingranaggio che provoca grasse risate.

Una di quelle rare commedie che non invecchiano mai; un’applauditissima pochade con tante trovate geniali.

Un “parapiglia” di grande di grande coralità, d’interpretazioni sincronizzate al secondo, per un nevrotico crescendo dal quale scaturiscono straordinari effetti comici.

Manco a dirlo su tutti svetta l’interpretazione di Viviana Toniolo.

Con Viviana Toniolo, Annalisa Di Nola, Stefano Messina, Carlo Lizzani, Roberto Della Casa, Andrea Lolli, Elisa Di Eusanio, Sebastiano Colla, Claudia Crisafio

RUMORI FUORI SCENA

di Michael Frayn - Regia di Attilio Corsini

Mercoledì 9 gennaio 2013- Teatro Vittoria