Sei qui: Home Spettacolo
Miss violence

Miss Violence, trama e recensione

La fabbrica dei bambini

Vedere il film greco Miss Violence, vincitore al Festival di Venezia del Leone d’Argento per la regia e la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile, è un pugno nello stomaco.

Leggi tutto...

  • Scritto da Francesca Galli
Gloria, di Sebastian Lelio

Gloria, di Sebastian Lelio (2013) Recensione

Ho visto un film trasgressivo. Trasgressivo rispetto a ciò che siamo abituati a vedere al cinema. Nessuna situazione patinata, protettiva e dorata, nessun eclatante lieto fine, la delusione imperante eppure non tragica.

Leggi tutto...

  • Scritto da Umberta Telfener

Lo sconosciuto del lago, film di Alain Guiraudie (2013) Recensione

Se non vi disturba vedere troppi piselli in primo piano e amplessi totalmente espliciti tra uomini, (scene di sesso esplicite e inquadrature frontali dicono anche i critici patinati) andate a vedere un film psicologicamente molto raffinato: Lo sconosciuto del lago, film di Alain Guiraudie (2013).

Leggi tutto...

  • Scritto da Umberta Telfener
Lo sconosciuto del lago

Lo sconosciuto del lago di Alain Guiraudie

Corpo libero
Vincitore del premio per la miglior regia, nella sezione Un certain regard del Festival di Cannes 2013, è approdato da poco in Italia Lo sconosciuto del lago di Alain Guiraudie.

Leggi tutto...

  • Scritto da Francesca Galli
Via castella Bandiera di Emma dante

Via Castellana Bandiera, i demoni di Emma Dante

Via Castellana Bandiera è l’opera prima della drammaturga palermitana Emma Dante. Tratto dall’omonimo libro scritto da lei, il film è una oscura e potente riflessione sui conflitti generazionali al femminile intrecciati con un ambiente degradato e irrisolto.

Leggi tutto...

  • Scritto da Francesca Galli
Anni felici di Daniele Lucchetti

Anni felici, di Daniele Lucchetti

Racconta la storia della famiglia del regista, narrata dal suo alter ego Dario, che nel racconto ha 10 anni mentre il fratello Paolo ne ha cinque. Siamo nel 1974, si vota per il divorzio; il femminismo, l’amore libero e l’arte concettuale sono sulla bocca di tutti.

Leggi tutto...

  • Scritto da Umberta Telfener
fragile armonia

Una fragile armonia, un film di Yaron Zilberman

Consigliato forse a chi ama la musica classica e a chi in quel mondo vive, è un film “antico” che mostra un gruppo di persone irrealisticamente invischiate tra loro: uno starnutisce e tutti si soffiano il naso.

Leggi tutto...

  • Scritto da Umberta Telfener
Sacro GRA

Sacro GRA di Gianfranco Rosi, tristezza e buon umore

Un Gra d’oro
Fresco vincitore del Leone d’Oro a Venezia, è in sala con un buon successo di pubblico, Sacro G.R.A. del cineasta italo-americano Gianfranco Rosi. Primo documentario ad essere premiato in un grande Festival, il film di Rosi è una finestra spalancata sulla realtà del serpentone di asfalto e lamiere che cinge Roma come gli anelli Saturno.

Leggi tutto...

  • Scritto da Francesca Galli
Mood Indigo, La schiuma dei giorni

Mood Indigo di Michel Gondry

La schiuma di Gondry
Andare a vedere Mood Indigo di Michel Gondry è un impegno da prendere sul serio. Contrariamente al tono buffo e surreale del film, infatti, il tema affrontato dal regista francese è quanto mai ostico e doloroso.

Leggi tutto...

  • Scritto da Francesca Galli
Riddick  3  di  David  Twohy

Riddick 3 di David Twohy

Cronaca annunciata
Quarto capitolo della saga di Riddick, Riddick 3 di David Twohy prende spunto sempre da personaggi creati dai fratelli sceneggiatori e produttori Wheat.

Leggi tutto...

  • Scritto da Francesca Galli
Grano di Paglia, di Pasquale Zenga

Grano di paglia, il libro di Pasquale Zenga

Rinascita, soldi e passione. In un mondo apparentemente lontano da quello attuale, ma ben radicato nella Sicilia degli anni cinquanta, questi sono i “valori” con i quali i contadini di Spaccaforno dovevano convivere ogni giorno per assicurarsi un minimo di benessere.

Leggi tutto...

  • Scritto da Redazione Cucina
L'intrepido, di Gianni Amelio

L'intrepido, di Gianni Amelio

L’intrepido perso

Reduce dal Festival di Venezia, è sui nostri schermi L’intrepido di Gianni Amelio dov’era in concorso. Partendo da una passione giovanile per l’albo a fumetti “L’Intrepido”,  l’ex direttore del Torino Film Festival tratteggia il profilo di un moderno Charlot impegnato nel ruolo del ‘rimpiazzo’: Antonio Pane (uno scintillante Antonio Albanese), infatti, supplisce alle assenze dei lavoratori dal proprio posto.

Leggi tutto...

  • Scritto da Francesca Galli
Apache  del  regista  corso  Thierry  de  Peretti

Apache, c’è del marcio in paradiso

E’ appena sbarcato sui nostri schermi (idea bizzarra l’uscita il 14 agosto!) un piccolo grande film scomodo: Apache del regista corso Thierry de Peretti. Presentato all’ultimo Festival di Cannes sezione Quinzaine des Réalisateurs, Apache dovrebbe essere visto dai giovani perché fa esplodere il loro disagio e inadeguatezza di fronte alla spietatezza del capitalismo a mano armata che ormai infesta il nostro primo mondo.

Leggi tutto...

  • Scritto da Francesca Galli
Pacific rim

Pacific Rim, Hollywood e il resto del mondo

Siamo in estate e si gioca. La vostra affezionata critica cerca di smaltire la micidiale canicola romana andando a vedere, in uno di quei cinema megagalattici dotati di turbo aria condizionata, il kolossal Pacific Rim del regista Guillermo Del Toro, ammirato a suo tempo per Il labirinto del fauno.

Leggi tutto...

  • Scritto da Francesca Galli
World  war  Z

World war Z, sono furbi questi zombie…

Chi scrive è una fervente appassionata di zombie, fin dalla nascita del genere. Unire l’atavica paura di incontrare un revenant (coloro che ritornano), così presente anche in letteratura, con la natura prettamente anti-moderna dello zombie (privi di individualità, sono come un esercito scalcinato e parecchio incazzato di sottoproletari) è stata una idea arguta fin dall’incredibile successo de La notte dei morti viventi di George Romero del 1968.

Leggi tutto...

  • Scritto da Francesca Galli
Vogliamo vivere

Ridere, senza limiti di tempo (Vogliamo vivere)

Recentemente rimasterizzato è nelle sale italiane il capolavoro del 1942 del grande regista tedesco Ernst Lubitsch, Vogliamo vivere. E’ incredibile constatare come ogni volta escano capolavori restaurati, molto antichi per gli standard attuali, i cinema magicamente si riempiono di spettatori, vecchi e giovani.

Leggi tutto...

  • Scritto da Francesca Galli
Film "Salvo"

"Salvo". Si salvi chi può!

Piena di aspettative, e confortata dalle belle notizie provenienti dal festival di Cannes dove il film Salvo dei registi Grassadonia e Piazza ha vinto ben due premi alla Semaine de la Critique, la vostra affezionata critica esce delusa e confusa dall’anteprima del film Salvo.

Leggi tutto...

  • Scritto da Francesca Galli
Agnès  Jaoui,  Quando  meno  te  lo  aspetti

"Quando meno te lo aspetti", aspettando la felicità

E’ nelle sale italiane l’ultimo film della cineasta francese Agnès Jaoui, "Quando meno te lo aspetti". La regista ci aveva già deliziato con l’esilarante e ironico Il gusto degli altri, commedia sui rapporti umani nella Francia postmoderna.

Leggi tutto...

  • Scritto da Francesca Galli
Sorrentino e Servillo

"La grande bellezza" di Sorrentino, cosa salva il mondo?

Ritengo Paolo Sorrentino il più grande regista italiano di questo periodo. Il film Le conseguenze dell’amore mi è piaciuto immensamente, asciutto, puntuale come un laser, esteticamente perfetto. Sono andata a vedere La grande bellezza (2013) con uno straordinario Toni Servillo, totalmente compreso in se stesso, grandioso.

Leggi tutto...

  • Scritto da Umberta Telfener
La grande bellezza, di Sorrentino

La grande bellezza, Roma e l'eterno tramonto

Chi vive a Roma lo sa: la città più bella del mondo è anche quella più nostalgica, forse triste. C’è una strana atmosfera che irradia dalla sua grande bellezza: una sorta di consapevolezza per un declino iniziato tanto tempo fa, di una fine vissuta ad un ritmo lentissimo, tenuta in vita da esistenze che non vogliono mollare uno splendore ciclopico.

Leggi tutto...

  • Scritto da Francesca Galli
No,  i  giorni  dell’arcobaleno  di  Pablo  Larrain

No, i giorni dell’arcobaleno. Pinochet, sconfitto da uno spot

Terzo capitolo di una trilogia dedicata alla tormentata storia recente del suo paese, il Cile, è sui nostri schermi No, i giorni dell’arcobaleno di Pablo Larrain.

Leggi tutto...

  • Scritto da Francesca Galli

Articoli in argomento

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter