Sei qui: Home Spettacolo Eventi A.P.R.T. - Il pifferaio magico - Festival dei 2 Mondi

A.P.R.T. - Il pifferaio magico - Festival dei 2 Mondi

Il Pifferaio Magico di Claudio Casadio, Giampiero Pizzol e Marina Allegri
con Maurizio Casali, Mariolina Coppola
scene di Maurizio Bercini e regia  di Claudio Casadio
C’è un patto segreto tra il Signore dei topi e il Re della città di Hamelin. I topi sono dappertutto e la città cade in rovina; solo il suono del flauto fatato può riportare la speranza su Hamelin. Ma il magico pifferaio, per catturare l’enorme Capo dei topi, ha bisogno dell’aiuto dei bambini…Non solo una fiaba, ma un gioco di rime, di musica e di teatro che coinvolge gli spettatori come avveniva un tempo su tutte le piazze dove la realtà si mescolava alla fantasia.

Uno spettacolo magico e divertente che conduce il pubblico ad una riflessione profonda sull’importanza dell’onestà di chi governa un paese. Gli attori, accompagnati in scena da musiche eseguite dal vivo, danno vita ad innumerevoli personaggi in una scenografia che, come una scatola magica, si trasforma, dando vita a suggestive ambientazioni e continue sorprese.

ACCADEMIA PERDUTA
ROMAGNA TEATRI

Teatro Stabile d’Arte Contemporanea

Accademia Perduta/Romagna Teatri, oggi Teatro Stabile d’Arte Contemporanea diretto da Ruggero Sintoni e Claudio Casadio, riconosciuta come una delle Imprese di Teatro più affermate in Italia, Francia, Spagna, Svizzera, Portogallo, viene fondata da un gruppo di giovani attori nel 1982 come Compagnia di Teatro Ragazzi.
Dal momento della sua fondazione a tutt’oggi, Accademia Perduta è impegnata in un’intensa e fertile attività di produzione di Teatro per ragazzi.
Gli spettacoli di Accademia Perduta, scritti, diretti e spesso interpretati da Claudio Casadio, sono contraddistinti da una precisa, originale cifra stilistica, divenuta col tempo ben riconoscibile.
Un Teatro Ragazzi che va oltre il “genere” per diventare una vera e propria forma d’arte, elaborata su alcuni tratti fondamentali quali l’attenzione al fantastico, all’immaginario onirico ed evocativo, al coinvolgimento emotivo di tutti gli spettatori: il Teatro Ragazzi di Accademia Perduta è capace di far sognare i bambini, ma anche di far tornare un po’ bambini gli adulti.

Ruggero Sintoni
nasce a Faenza (RA) nel 1955. Dopo un’importante esperienza artistica con il Living Theatre di Julian Beck e Judith Malina, frequenta l’Accademia Antoniana di Arte Drammatica di Bologna, conseguendone il diploma nel 1981. L’anno successivo è socio fondatore della compagnia Accademia Perduta che diviene, negli anni, un Teatro Stabile d’Arte Contemporanea di cui Sintoni è tuttora Presidente. Nel corso di questa esperienza è autore ed interprete di alcuni spettacoli di Teatro Ragazzi, ruolo che in seguito abbandona per dedicarsi alla direzione artistica, insieme all’attore/regista Claudio Casadio, di una “rete” di Teatri in Romagna (Masini di Faenza, Goldoni di Bagnacavallo, Il Piccolo di Forlì, Dragoni di Meldola, Comunale di Cervia) e di varie rassegne estive in provincia di Ravenna.

Nel 1993 e 1997 progetta e realizza Teatri per la verità, rassegne di spettacoli i cui incassi sono stati interamente devoluti all’Associazione dei Parenti delle Vittime della Strage di Ustica. L’impegno e il coinvolgimento di Ruggero Sintoni in questa causa continua negli anni, prima con la produzione nell’ambito di Bologna 2000 Capitale Europea della Cultura di I-tigi Canto per Ustica con Marco Paolini ed il Quartetto Vocale Giovanna Marini, poi con la fondazione nel 2003, assieme all’Ass.ne Scenario e all’Ass.ne dei Parenti delle Vittime della Strage di Ustica, del “Premio Ustica per il Teatro di impegno civile e sociale”.

Nel 1994/95 frequenta il master per la “Gestione delle Attività Artistiche e Culturali” della S.D.A-Università L.Bocconi di Milano. Dal 1998 è docente in corsi di formazione professionale presso alcune delle più prestigiose Università italiane quali il D.A.M.S. di Bologna e Bocconi di Milano.

Nel 2004 viene eletto Presidente dell’Associazione delle Imprese dello Spettacolo dal vivo (musica, teatro, danza) dell’AGIS Emilia-Romagna. Ancora nel 2004 progetta e realizza, insieme ad Alessandro Serena, un’inedita ed innovativa forma di circo/teatro nelle piazze: spettacoli in cui acrobati provenienti da tutto il mondo interagiscono con monumenti e palazzi. Il progetto si concretizza con le due edizioni de La notte delle Creature in Piazza del Popolo a Ravenna e con La Compagnia di Icaro in Piazza Saffi a Forlì. Nell’estate del 2006 produce e porta in tournée nelle più belle Pievi romagnole La Passione di Mario Luzi. Nello stesso anno diventa membro dell’Esecutivo Nazionale dell’A.N.T.A.C., Associazione Nazionale dei Teatri Stabili d’Arte Contemporanea dell’AGIS.

Nel 2007, in collaborazione con l´Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica, Regione Emilia-Romagna, Provincia e Comune di Bologna e Orchestra Sinfonica “A.Toscanini”, progetta e produce Ultimo volo - Orazione Civile per Ustica, opera di teatro musicale di Pippo Pollina che debutta il 27 giugno al Teatro Manzoni di Bologna in occasione del 27° anniversario della strage di Ustica. Dallo stesso anno realizza, in collaborazione con Alessandro Serena per il Comune di Bagnacavallo, Il Circo della Pace, un progetto di straordinaria valenza artistica, culturale e sociale (che va in scena durante tutto l´arco delle festività natalizie) coinvolgendo in modo corale l´intera città. La prima edizione ha visto protagonisti Parada e i ragazzi di Bucarest; la seconda, del 2008, l’associazione Sarakasi e gli acrobati di Nairobi.

Nel maggio 2008, in occasione del Festival Arte Contemporanea di Faenza (RA), produce l’anteprima dell’architectural visual show Natività a Faenza, un teaser che prelude alla produzione di un presepe multimediale proiettato sul Teatro Masini di Faenza durante le festività natalizie 2008/09. A questo innovativo e straordinario spettacolo che assembla cinema, teatro, musica, animazione, danza e architettura hanno collaborato i più importanti artisti faentini delle varie discipline ed hanno contribuito il Comune e la Diocesi di Faenza, Festival Arte Contemporanea, Confcooperative e Confindustria di Ravenna. Natività a Faenza è stato invitato, nel febbraio 2009, a DivinaMente New York (USA) e, nell’aprile 2009, a DivinaMente Roma, Festival Internazionali della Spiritualità.
Insieme a RosettaFilm ha poi co-prodotto due documentari diretti da Roberta Torre, Itiburtino terzo e La notte quando è morto Pasolini, presentati in anteprima al Festival dell’Arte Contemporanea di Faenza nell’aprile del 2009.

Claudio Casadio
nasce a Ravenna nel 1958. Nel 1982 si diploma presso l’Accademia Antoniana di Arte Drammatica di Bologna. Nello stesso anno è socio fondatore della compagnia Accademia Perduta che diviene, negli anni, un Teatro Stabile d’Arte Contemporanea di cui Casadio è co-direttore artistico assieme a Ruggero Sintoni.

Claudio Casadio inizia fin da subito la sua intensa attività artistica: già nel 1982 è infatti coautore ed interprete de La fiaba dell’oro e del sapone, spettacolo di Teatro per Ragazzi che, negli anni, supera le mille repliche. Nel 1983 è co-autore e interprete de L’isola del tempo, ovvero il pomo d’oro del trono del re. Negli anni successivi, oltre ad essere autore ed interprete, inizia a dirigere numerosi spettacoli di Teatro per Ragazzi prodotti da Accademia Perduta che si contraddistinguono grazie ad una originale “cifra stilistica” riassumibile in alcuni tratti ben precisi: attenzione al fantastico, ad una dimensione magica, onirica ed evocativa, coinvolgimento emotivo di tutti gli spettatori.

Per ricordare alcuni titoli: Marinai; Il falso figlio del principe pazzo; La macchia – pantomima per un fumetto; Cipì: il nido incantato; La biblioteca di Omero; Il bosco delle storie; Turandot; L’angelo, il soldato e il diavolo; La fiaba nell’armadio; Hänsel & Gretel; Bandiera. Ballata per una foglia; Il pifferaio magico.

Nel 2002 è co-autore e regista de I musicanti di Brema, spettacolo che, nello stesso anno, vince il Premio “L’uccellino azzurro” all’ottava edizione del Festival “Ti fiabo e ti racconto” di Molfetta (BA). Lo spettacolo riceverà anche il prestigioso Premio ETI “Stregagatto” come “Miglior spettacolo di Teatro Ragazzi”.

Nel 2004 Claudio Casadio è impegnato nella sua prima tournée internazionale: Hänsel & Gretel, tradotto in varie lingue, viene rappresentato nelle principali città francesi e spagnole (tra le altre: Madrid, Siviglia, Barcelona, Narbonne, Dijon, Nanterre, Brest, Reims). Nelle Stagioni Teatrali successive, la richiesta dello spettacolo da parte di Teatri e Festival europei aumenta ed Hänsel & Gretel arriverà, nel novembre 2008, a rappresentare l’Italia al “THEATER/TEATRO Theaterherbst in Berlin”, importante Festival organizzato dal’ETI in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura a Berlino.

Ancora nel 2004 inizia “l’avventura” di Pollicino, pièce scritta da Marcello Chiarenza e diretta da Gianni Bissaca. Con questo spettacolo, ad oggi uno dei più rappresentati e premiati della sua carriera, Casadio compie lunghe tournée nei più prestigiosi Teatri italiani (ne sono esempi Il Piccolo di Milano e l’Eliseo di Roma) e, sempre tradotto nelle rispettive lingue, in Francia, Spagna, Svizzera e Portogallo. Nel 2005 Pollicino è ospite al “Teatralia”, il più importante Festival delle Arti Sceniche di tutta la Spagna; due anni dopo vince il primo premio al Festival Momix di Kingersheim (Francia) e, nel 2008, il prestigioso Biglietto d’Oro AGIS – ETI come “Spettacolo di Teatro Ragazzi più visto nella Stagione 2007/2008”.

Con un talento oramai riconosciuto nell’ambito teatrale europeo, viene chiamato a progettare, realizzare e dirigiere la versione in lingua spagnola de I musicanti di Brema, che prende il titolo de Los musicos de Bremen. Nel 2009 esordisce in ambito cinematografico, interpretando il ruolo del protagonista maschile nel film di prossima uscita L’uomo che verrà, diretto da Giorgio Diritti.

Auditorium della Stella
mercoledì 01 luglio - 19:00
giovedì 02 luglio - 19:00
sabato 04 luglio - 17:00
Fascia d’età: 5 / 10 anni
Biglietti:
Posto unico €11 - Ridotti 10% € 10, 20% €9
www.festivaldispoleto.com

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter