Sei qui: Home Spettacolo Cinema La sedia della felicità, di Carlo Mazzacurati

La sedia della felicità, di Carlo Mazzacurati

La  sedia  della  felicità, di Carlo  Mazzacurati

L’ultimo regalo di Mazzacurati
Prima di lasciarci definitivamente, Carlo Mazzacurati ha voluto donare al suo pubblico l’ultimo film: La sedia della felicità.

Girato in evidente allegria, con Valerio Mastandrea nel ruolo di un tatuatore e Isabella Ragonese in quello di Bruna una estetista, l’opera è stata girata nel Nord – Est, luogo d’elezione del regista. In una atmosfera surreale, Mazzacurati ci accompagna attraverso una favola dal vago sapore est – europeo (il soggetto pare, del resto, essere stato preso da un racconto di uno scrittore ucraino).

Dino e Bruna si conoscono perché i loro rispettivi negozi confinano e le loro difficoltà economiche li uniscono. Dino è tatuatore, divorziato con una figlia. Dorme in negozio ed ha un approccio morbido alla vita. Bruna è sull’orlo del fallimento, è determinata e non si lascia spaventare da niente.

Le stanno sequestrando le macchine perché non riesce a rispettare le scadenze.

Accudendo in carcere una nota criminale locale, Norma Pecche (una gustosa Katia Ricciarelli), Bruna viene a sapere sul suo letto di morte di un tesoro nascosto in una di otto sedie possedute dalla donna. Ma anche il prete (un divertente Giuseppe Battiston), giunto per dare l’estrema unzione alla donna, viene a conoscenza del segreto di Norma.

Inizia la caccia alla sedia. Attraverso improbabili maghi, aste, meccanici e indiani proprietari di chioschi i nostri trovano, squarciano, buttano sedie in cerca del tesoro, risolutore di tutti i loro problemi. Impegnati in una competizione con il prete, a sua volta interessato al bottino perché incallito giocatore di video – poker e ormai in bancarotta, Dino e Bruna si ritroveranno sulle montagne a contendere la sedia a due pastori veneti duri e puri. Il finale sarà un incanto ed un modo commovente di salutare il mondo.

Mazzacurati sceglie di raccontare con garbo la sua terra: il ricco Nord – Est delle partite IVA, gli immigrati, il cattivo gusto, i villici in odor di Liga Veneta. Sceglie due quasi disoccupati per accompagnarci in questo rutilante viaggio, scandito da un montaggio perfetto e dalla tempistica esatta della comicità dei personaggi/attori. Si ride tanto, con leggerezza, e ci si rammarica di non poter più vedere, in futuro, un film del regista veneto.

Il cast è tutto ottimo.

ECCO IL TRAILER:

Un film di Carlo Mazzacurati. Con Valerio Mastandrea, Isabella Ragonese, Giuseppe Battiston, Katia Ricciarelli, Raul Cremona. Commedia, durata 90 min. - Italia 2013. - 01 Distribution uscita giovedì 24 aprile 2014.

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter