Sei qui: Home Scienza e Tecnologia Bambini, il touchscreen di smartphone e tablet ne rallenta la crescita

Bambini, il touchscreen di smartphone e tablet ne rallenta la crescita

Il touchscreen non stimola la crescita dei bambini al di sotto dei 3 anni, anzi, a volte addirittura la rallenterebbe. A lanciare l’allarme, alcuni medici di un ospedale specializzato di New York, il Cohen Children Medical Center, allertati dall’uso sempre più frequente di smartphone e tablet da parte di bambini molto piccoli. 

Dall’analisi condotta su 63 coppie, i cui figli hanno utilizzato il touchscreen in media a 11 mesi e per 17,5 minuti al giorno fino a punte di 4 ore, risulterebbe infatti che i dispositivi di ultima generazione non solo non aiuterebbero il bimbo nell’apprendimento della lingua ma anzi ne ritarderebbero lo sviluppo. Al contrario di quanto pensato dai genitori stessi.

Indipendentemente dall’uso che il piccolo ne fa (da show e app educative al premere a caso lo schermo) non ci sarebbero miglioramenti rilevanti o accelerazioni nella crescita. Test cognitivi hanno dimostrato infatti la totale uguaglianza tra bambini pratici di touchscreen e non, evidenziando semmai un ritardo nello sviluppo del linguaggio in quei bimbi che non utilizzano app educative come Fruit Ninja, bowling, o le ultimissime legate ai personaggi dei cartoni animati. Questi ultimi avrebbero ottenuto punteggi più bassi nei test inerenti la lingua orale, la comprensione della stessa e la capacità di parlare.

“Abbiamo osservato nella nostra clinica che il giocattolo numero uno che i genitori danno ai figli sono gli smartphone – ha spiegato Ruth Milanaik, responsabile dello studio – E’ stato sorprendente vedere come i genitori li stiano sostituendo a libri e giocattoli. La tecnologia non potrà mai sostituire l'interazione di un genitore con il proprio figlio. Parlare con il vostro bambino – suggerisce l’esperto - è il modo migliore per incoraggiare l'apprendimento”. Insomma, per imparare a parlare e relazionarsi con gli altri non c’è niente di meglio di una bella chiacchierata con mamma e papà o di un gioco tradizionale. 

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter