Sei qui: Home Salute Balduzzi alla Sanità, apprezzato ma l'agenda è ardua

Balduzzi alla Sanità, apprezzato ma l'agenda è ardua

Balduzzi alla Salute, apprezzato ma l'agenda è spinosa Il nuovo ministro della Sanità, Renato Balduzzi, è apprezzato dalle Regioni, ma anche dal fronte politico e sindacale. Ha incassato anche la soddisfazione di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato per la sua nomina, ma certamente quello che lo aspetta non è una passeggiata di salute.

Intanto la buona notizia è il mantenimento di un ministero della Salute che agirà in piena autonomia, il suo accorpamento con quello del Welfare è stato infatti osteggiato da molti addetti ai lavori della sanità.

Comunque Renato Balduzzi ha di fronte una strada piena di ostacoli, una sanità al collasso e un'agenda piuttosto impegnativa.

Entro il 30 aprile prossimo c'è il Patto della Salute 2012 da mettere a punto con le Regioni. Se per quella data non ci sarà l'intesa scatteranno tutte le misure approvate dall'ultima manovra che prevede altri ticket, altri tagli alla spesa sanitaria.

Poi in Parlamento ci sono molti provvedimenti che dormono nei cassetti, tematiche complesse che vanno dal governo clinico fino ad arrivare al testamento biologico.

Sarà interessante capire come agirà il nuovo governo sulle questioni etiche, oggetto di polemiche e divisioni. Ministro e sottosegretario uscenti non hanno infatti dato l'impressione di operare nel rispetto della laicità dello Stato.

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter