Sei qui: Home Salute 30 anni fà i primi casi di Aids, accanto ai farmaci serve prevenzione

30 anni fà i primi casi di Aids, accanto ai farmaci serve prevenzione

Sono ormai passati 30 anni dal giorno in cui, era il 5 giugno del 1981, si segnalavano i primi casi di quella che poi sarebbe stata conosciuta, un anno più tardi dal CDC negli Usa, come Sindrome da Immunodeficienza Acquisita (Aids), provocata dal virus Hiv. 

I primi casi, si riferivano a 5 giovani uomini, omosessuali di Los Angeles, ma nel giro di poco tempo, con l’aumento dei casi, si accertò che la sindrome colpiva sia giovani sia adulti, uomini e donne e col passare degli anni si scoprì che seguiva tre principali vie di trasmissione; sessuale, da madre a figlio e tramite sangue e suoi derivati.

Quella data, è stata presa come inizio ufficiale dell’epidemia d’Aids, che oggi, stando all’ultimo rapporto dell’Unaids, vede più di 33 milioni di persone contagiate dal virus dell’Hiv, di cui circa 3 milioni bambini.

Nel nostro paese, ogni due ore, una persona è infettata dal virus dell’Hiv ed è aumentata l’età media nella quale si contrae l’infezione negli ultimi venti anni, 39 anni per gli uomini e 35 per le donne, con ben 8 casi su 10 in cui la trasmissione del virus, avviene per via sessuale.

Le terapie, ora in uso, permettono si tenere sotto controllo l’infezione, anche se non conducono alla guarigione e per questo sono in fase di studio nuovi farmaci e soprattutto si cerca di realizzare un vaccino, in grado di unire la prevenzione all’azione terapeutica.

La via da seguire è ancora lunga e grande è la differenza esistente tra i paesi occidentali e l’Africa subsahariana, dove vive più della metà di tutta la popolazione mondiale malata d’Aids, in maggioranza donne. (Fonte: Ansa)

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter