Sei qui: Home Salute Chi smette di fumare aumenta il colesterolo buono

Chi smette di fumare aumenta il colesterolo buono

Smettere di fumare, oltre ai molti benefici già ampiamente conosciuti per l’organismo umano, secondo uno studio dell’Università del Wisconsin, ne comporta uno in più, un aumento dei livelli di colesterolo HDL, quello “buono”.

I ricercatori americani, per loro studio, hanno ingaggiato oltre 1.000 fumatori da circa 20 sigarette il giorno, d’entrambi i sessi e li hanno monitorati per un anno, durante il quale hanno provato vari metodi per farli smettere di fumare.

Alla fine, il 36% dei partecipanti, è riuscito a fare a meno delle bionde e oltre ai soliti benefici riconosciuti per chi smette di fumare, i ricercatori hanno verificato, che sebbene il colesterolo LDL, quello “cattivo” non avesse subito variazioni, l'HDL era aumentato in misura maggiore, di quanto, precedenti studi dimostravano essere il valore in grado di ridurre del 2-3%, in 10 anni, il rischio d’ictus ed infarti.

Secondo il direttore del Dipartimento di medicina Interna del policlinico di Milano, Pier Mannuccio Mannucci, sebbene ci siano farmaci per tenere sotto controllo il colesterolo cattivo, “non abbiamo nulla che incida in modo altrettanto significativo su quello buono. I valori di colesterolo HDL sono in genere piuttosto stabili, non è facile aumentarli”. (Fonte: Corriere.it)

IN ARGOMENTO:
Colesterolo e trigliceridi. Come prevenire e curare
Smettere di fumare: come migliorare le strategie?
Il fumo e le donne

Quando il colesterolo è troppo alto

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter