Sei qui: Home

Articoli

In aumento in tutta Europa i casi di morbillo, lo rileva l'Oms

In aumento in tutta Europa i casi di morbillo, più di 30 i paesi interessati, con 6.500 casi dall’inizio del 2011, con la Francia al primo posto con 4.937 segnalazioni, un numero in questi primi 3 mesi dell’anno, pericolosamente vicino al totale, nello stesso paese di tutto il 2010, 5.090, lo afferma in una nota l’Oms.

Oltre alla Francia, dove si sta correndo ai ripari aumentando il numero dei vaccinati, sono segnalati altri focolai rilevanti in Serbia, Spagna (Andalusia), l'ex Repubblica iugoslava di Macedonia e Turchia.

Nonostante sia disponibile un vaccino efficace e sicuro, continua la nota dell’Oms, il morbillo resta una delle principali cause di morte a livello mondiale per i bambini e la settimana Europea dell’immunizzazione (EIW) in svolgimento dal 23 al 30 aprile 2011 è l’occasione per ricordare “che c’è molto da festeggiare per il buon lavoro già fatto - ma resta anche un gran lavoro da fare. E in fretta”.

L’EIW serve proprio per permettere ai governi di programmare delle strategie comuni per affrontare malattie infettive, come morbillo e rosolia, prevenibili entrambi con la vaccinazione, per arrivare ad eliminarle definitivamente entro il 2015.

L’aumento del numero dei viaggiatori durante le festività, può aumentare il rischio di trasportare il morbillo anche in altre zone, aumentando così le probabilità di possibili nuovi focolai, almeno fino a quando ci saranno persone non vaccinate e quindi esposte ai virus.

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter