Sei qui: Home Salute Contro la disfunzione erettile, la nuova "mentina dell'amore"

Contro la disfunzione erettile, la nuova "mentina dell'amore"

Sildenafil, tadalafil e vardenafil sono nomi che probabilmente la maggior parte delle persone, non conoscono, ma se usiamo i nomi con i quali queste molecole sono state brevettate e messe in commercio, forse il discorso cambia: viagra, cialis e levitra.

Il mercato di questi farmaci è numericamente importante, così come la clientela, diventa così fondamentale, migliorare continuamente i prodotti, rendendoli, più semplici da prendere e d’effetto più rapido, si arriva così, alla “caramella o mentina dell’’amore”, com’è già stata ribattezzata, già in commercio in altri paesi europei e ora anche in Italia, si scioglie in bocca in pochi secondi e agisce presto, in mezz’ora, un’ora.

Il principio attivo è il vardenafil, lo stesso del levitra, ma la nuova versione è orosolubile, con la pastiglia di colore bianco, mentre la confezione è nera, grande quanto una carta di credito, con dentro 4 pillole al costo di 31,50 euro. 

La nuova pillola dell’amore, esce, a poco tempo di distanza dall’introduzione del sildenafil (Viagra), sotto forma di farmaco masticabile, da parte dell’azienda produttrice, solo in Messico per il momento.

Solo nel nostro paese sono oltre 3 i milioni, le persone che soffrono di disfunzione erettile, con un’età dei richiedenti sempre più bassa, anche meno di 40 anni, la maggioranza dei quali è causata da problemi psicologici e non organici.

Come per tutte le altre, anche le nuove formulazioni, richiedono la ricetta medica e il parere del medico, evitando il fai da tè, soprattutto alla presenza di malattie cardiovascolari o d’altre patologie serie e verificando possibili interazioni con altri farmaci che si stanno assumendo. (Fonte: Corriere della Sera.it)
 

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter