Gli antiossidanti, un aiuto per la fertilità maschile

Gli antiossidanti, un aiuto per la fertilità maschile

Gli antiossidanti, potrebbero risolvere diversi problemi di fertilità, in quelle coppie in cui il partner maschile presenta problemi legati ad una bassa conta spermatica o ad una bassa mobilità degli spermatozoi, lo riporta una ricerca pubblicata dalla Cochrane Library (Antioxidants for male subfertility) dell’Università d’Auckland.

I ricercatori neozelandesi, guidati da Marian G Showell, hanno riesaminato i dati di 34 studi, che hanno riguardato un totale di 2.876 coppie che si erano sottoposte a

tecniche di fecondazione assistita, rilevando un aumento statistico significativo sia delle gravidanze, sia dei nati vivi, in quelle coppie in cui il partner maschile aveva assunto degli integratori antiossidanti, rispetto a coloro che non lo avevano fatto.

Per i ricercatori, i danni presenti nelle cellule dello sperma, possono essere causati dallo stress ossidativi e l’uso d’antiossidanti lo può ridurre, aumentando così le possibilità delle coppie sottoposte a tecniche di fecondazione assistita, di avere dei figli.

Resta ancora da verificare, per i ricercatori, quale sostanza antiossidante sarà migliore di un'altra o quale possa essere la combinazione migliore e successivi studi dovranno farlo, confermando anche i risultati ottenuti con questo lavoro.