Contro i postumi della sbornia, miele e latte

Per mitigare gli effetti provocati dall’eccessiva assunzione di sostanze alcoliche, cosa che in questi giorni di festa oltre al troppo cibo è stata molto probabile, basta avere a disposizione del miele e del latte, lo rivela una ricerca della Royal Society of Chemistry.

I ricercatori della Gran Bretagna, spiegano perché l’eccesso d’alcol porta a mal di testa e nausea e come mitigarne gli effetti, sfruttando le proprietà del miele e del latte.

L’alcol ingerito, è trasformato nel corpo umano in acetaldeide, sostanza chimica tossica per l’organismo, responsabile dei sintomi tipici della sbornia e occorre quindi del tempo perché sia poi convertito in sostanze meno tossiche e poi eliminato definitivamente.

Per i ricercatori, però esistono delle sostanze in grado di aiutare questi processi, diminuendo le conseguenze che occasionali bevute di troppo possono portare, come il miele, che contenendo fruttosio, aiuta nel processo di conversione dell'acetaldeide in acido acetico, in seguito bruciato nei processi metabolici.

Anche il latte, bevuto prima dell’assunzione d’alcol, rallenta il processo d’assorbimento dell’alcol, diminuendo sia la quantità d’acetaldeide presente nel corpo, sia i sintomi ad essa legati.

L'ultimo consiglio dai ricercatori, per chi, durante le feste, dovesse trovarsi, nella condizione, di aver esagerato con l’alcol, è quello di bere acqua prima di coricarsi, per contrastare la disidratazione derivata dall’abuso d’alcol, altra diretta e non unica conseguenza di tale eccesso.