Un'analisi dei capelli, rivela possibili rischi d'infarto

Il cortisolo, è conosciuto anche come l’ormone dello stress, per il fatto che nei periodi di maggiore ansia, stanchezza o nervosismo è possibile trovare nel sangue o nelle urine livelli più alti di quest’ormone.

Il problema è che questo tipo di misurazione è valido solo nel breve periodo, ma i ricercatori della Western Ontario University, hanno trovato il modo di misurarlo anche nel lungo periodo, analizzando i capelli.

Si perché i capelli, come il sangue e la saliva, trattengono il cortisolo, con la differenza che, crescendo di continuo, è possibile arrivare a conoscere e misurare il livello di cortisone in periodi più lunghi.

Per verificarlo, i ricercatori, hanno selezionato 112 persone, con età e quadro clinico simili, metà dei quali, aveva già avuto principi d’infarto.

All’analisi del capello, tutti i 56 volontari che avevano avuto il principio di infarto, presentavano alti livelli di cortisolo e quindi alti livelli di stress, nei tre mesi che avevano preceduto l’evento.