Sei qui: Home Salute Individuata la strada per lo stop molecolare contro i tumori

Individuata la strada per lo stop molecolare contro i tumori

Secondo un recente studio è stato identificato quello che possiamo definire uno stop molecolare, che sarebbe in grado di interrompere l’avanzata di quello che è il più diffuso tumore infantile del cervello, il Medulloblastoma.

I particolari della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Developmental Cell, da ricercatori italiani del dipartimento di Medicina Molecolare dell’Università La Sapienza di Roma, in collaborazione con scienziati dell’Istituto Pasteur di Parigi.

La scoperta è stata fatta investigando la cosiddetta via di trasduzione Hedgehog (HH), e verificando che una abnorme attivazione di questa via causa il medulloblastoma così come alcuni altri tumori quali quelli della prostata, del pancreas, del polmone, del seno e del colon.
Per cercare di comprendere di cosa stiamo parlando bisogna fare un po’ di chiarezza sui termini.

Per trasduzione si intende, secondo la Treccani, in biologia molecolare e cellulare, la capacità di una cellula di convertire uno stimolo esterno in una particolare risposta cellulare.

La via di trasduzione del segnale di Hedgehog svolge un ruolo fondamentale durante il normale sviluppo embrionale.

La via di Hedgehog, parola che in inglese significa porcospino o riccio, è stata scoperta nel corso degli studi genetici sul moscerino della frutta la Drosophila, ed il suo nome deriva dal fatto che le mutazioni che ne determinano un'attività incontrollata, danno origine ad una larva di moscerino con aspetto spinoso.

Questa “via” è chiamata in causa nella fase di crescita ed in quella del differenziamento cellulare, esercitando un’attività di controllo sulla formazione degli organi durante lo sviluppo embrionale.

Neglia dulti la via di Hedgehog, invece, rimane solitamente inattiva, tranne nel mantenimento e nella riparazione dei tessuti.

Quando questa via si attiva in maniera anomala diviene causa importante nella patogenesi di alcuni tipi di tumore.
La ricerca effettuata dalla Università La Sapienza ha identificato una via, a tutt’oggi sconosciuta, che provoca la proliferazione della massa tumorale.

Questa scoperta apre la strada ad un intervento nel medulloblastoma, che non sia più solamente una combinazione tra la via chirurgica e la chemioterapia ma, attraverso la conoscenza del meccanismo al centro della diffusione tumorale, potrà permettere alla scienza di individuare gli strumenti molecolari idonei a bloccare la crescita del tumore.

Superata quindi la fase sperimentale sugli animali di laboratorio, in cui i risultati avuti sono stati molto positivi, i ricercatori sono ora pronti a passare alle altre fasi della ricerca che coinvolgerà anche l’uomo.

IN ARGOMENTO:

La prevenzione dei tumori

In futuro un test del sangue per diagnosticare i tumori nei bambini

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter