Contro l'impotenza maschile arriva in Italia una nuova crema

Disfunzione erettile

E’ un disturbo della disfunzione erettile colpisce milioni di uomini nel mondo e che in Italia affligge circa tre milioni di uomini, ossia il tredici per cento dei maschi.

Ora giunge anche nel nostro Paese una crema topica acquistabile in farmacia con la prescrizione medica e che contiene l’Alprostadil, un principio attivo la cui funzione è di agire come vasodilatatore, permettendo cosi l’accesso di sangue ai corpi cavernosi.

Questo farmaco, già in commercio in Spagna e Francia da alcuni anni, e da alcuni mesi anche in Inghilterra, è ora a disposizione anche da noi ed è stato presentato a Rimini nel corso dell’88esimo congresso della Società italiana di Urologia.

Il farmaco agisce entro uno spazio temporale che va da 5 minuti a mezz’ora, ed il suo effetto permane per una ora.

A differenza di un altro prodotto, conosciuto come che veniva usato per via intrauretrale, questo farmaco applica molto più facilmente anche se, secondo quanto spiega il professor Gabriele Antonini, urologo e andrologo presso il Dipartimento di Urologia “U.Bracci” del Policlinico Umberto I di Roma, si tratta di un prodotto molto efficace per i casi di disfunzione erettile di bassa o media entità, dunque con deficit moderati.

Dai dati presentati nel corso del congresso emerge che oltre il 90% dei pazienti che per 8 mesi hanno usato la crema, si è dichiarato soddisfatto.

Il professore Antonini ha aggiunto che “è di sicuro un prodotto particolarmente adatto a pazienti diabetici che hanno già ottenuto buoni risultati con il Viagra o con il Cialis ed in quei casi la crema, che ora viene distribuita in Italia ha una buona efficacia ed è consigliata”.
Inoltre l'esperto ha sottolineato che situazioni a parte sono, ovviamente, quelle dei pazienti oncologici, magari operati alla prostata, che di sicuro necessitano di interventi di altro tipo o per lo meno non soltanto di questo.

IN ARGOMENTO:

Per la disfunzione erettile è in arrivo una pillola dall’effetto rapido

Disfunzione erettile, 3 mln di italiani ne soffrono ma solo per uno su 10 è tabù