Dimagrire mangiando dolci come antipasto, la teoria degli esperti

Dolci come antipasto

I ricercatori dell'Imperial College di Londra hanno pubblicato un articolo sul Journal of Clinical Investigation, in cui affermano che iniziare il pranzo con cibi ricchi di zucchero, potrebbe aiutare a mantenere sotto controllo l’appetito delle persone.

Lo studio si è concentrato sul glucosio, uno zucchero che si trova nelle torte, nel cioccolato e nei dolci in genere, ed è la fonte principale del cervello per avere l’energia.

I ricercatori hanno dimostrato che una proteina del cervello, chiamata glucochinasi, tiene traccia di quanto glucosio si è mangiato, e se l'assunzione è troppo bassa, il cervello dice al corpo di trovare più amidacei e alimenti zuccherati.

La scoperta è stata fatta dai ricercatori attraverso due esperimenti fatti su topi di laboratorio.

In un primo test, i topi hanno avuto la scelta di mangiare il loro cibo normale o dell’acqua zuccherata.

Normalmente, gli animali avrebbero preso un po’ di dolce, ma avrebbero mangiato molto più del loro solito cibo.

Ma quando gli scienziati hanno aumentato la quantità di glucochinasi nel cervello degli animali, i topi hanno preferito mangiare i dolci al posto del loro cibo.

In un secondo esperimento, i ricercatori hanno dimostrato che quando i topi sono a digiuno per 24 ore, la glucochinasi nel cervello diventa molto più attiva.

I ricercatori ritengono che chi ha un debole per i dolci abbio a un livello più alto di glucochinasi, o l'hanno più attiva, e questo aiuta a spiegare perché alcuni di noi non possono resistere una tavoletta di cioccolato o sono sempre tentati dal dessert.

Uno dei ricercatori, il Dr James Gardiner, suggerisce che coloro che aspirano a perdere peso dovrebbero mangiare cibi ricchi di glucosio all'inizio del loro pasto, e questa scoperta potrebbe portare a nuovi farmaci per dimagrire, o anche a semplici consigli per perdere peso in modo naturale.

Sarà quindi il cervello a determinare rapidamente se è stato assunto abbastanza glucosio, permettendo ad altri sistemi incorporati che contano le calorie, di ritenersi soddisfatti e di non averne più bisogno.

Ora considerando che cibi come la pasta, le patate ed il riso sono molto ricchi di glucosio, e che da noi in Italia il pranzo generalmente inizia con un buon piatto di pasta o riso, forse il segreto per perdere peso è mangiare come noi mangiamo.

Ergo mai abbandonare la pasta, ma sentite sempre il medico.

IN ARGOMENTO:

Con le abbuffate di dolciumi si rischia la memoria

Eccessivo consumo di zuccheri

Zuccheri e obesità, che ruolo hanno i carboidrati nella nostra dieta