Sei qui: Home Salute Allarme Viagra, i due terzi delle pillole potrebbero essere falsi

Allarme Viagra, i due terzi delle pillole potrebbero essere falsi

Viagra

In Olanda due terzi circa di pillole di Viagra potrebbero essere falsi e sono stati immessi nel mercato usando canali illegali e farmacie on line, complici di una truffa.

Lo sostiene Bastiaan Venhuis dell’Istituto di salute pubblica e ambientale di Bilthoven in una lettera pubblicata sul British Medical Journal.

La lettera riporta i risultati di una ricerca denominata Pangea VI , un’operazione annuale dell’Interpol, che ha portato al sequestro di un ingentissimo quantitativo di medicine illegali.

Secondo il report fatto dall’Interpol, durante l’operazione di questo anno che si è svolta dal 13 al 20 maggio di questo anno, sono state sequestrate 9,4 milioni di illecite e false medicine, tra cui pillole dimagranti, farmaci contro il cancro, pillole per la disfunzione erettile, medicinali per la tosse ed il raffreddore, farmaci anti-malarici, farmaci contro il colesterolo e prodotti nutrizionali.

19.000 annunci di prodotti farmaceutici illegali sono stati rimossi dalle piattaforme dei social media, e più di 10.600 siti web sono stati chiusi.

Il gruppo di Venhuis ha misurato i livelli di Viagra, attraverso la ricerca di biomarcatori urinari negli impianti di depurazione delle acque di scolo, che servono tre città nei Paesi Bassi (Amsterdam, Eindhoven e Utrecht), nel corso di un periodo di sette giorni.

Allo stesso tempo il consumo di sildenafil legittimamente erogato è stato stimato dalla banca dati nazionale del dispensario, nei 12 mesi precedenti lo studio, e fino a tre mesi dopo.

I risultati mostrano che almeno il 60% del farmaco non può essere spiegato con i dati di vendita provenienti dalla banca dati nazionale con percentuali per Amsterdam intorno al 61%, il 79% per Eindhoven e il 66% per Utrecht.

Secondo gli autori della ricerca, anche considerando le differenze dovute al turismo ed al pendolarismo, la frazione di illecito è simile per ogni città e di conseguenza la frazione inspiegabile è attribuita principalmente all'uso di sildenafil falso ed illegale.

Un anno fa, il 22 di giugno, scadeva il brevetto appartenente alla Pfizer sulla commercializzazione del Viagra e, come si sospettava, si è aperta nel mercato la caccia a chi fornisce il Viagra generico a prezzi ridotti, oltre al rischio di un mercato illegale sui siti web in cui, senza alcun controllo, veniva messo in vendita il Viagra.

Già in quella occasione la Pfizer, attraverso Matthew Bassiur, vice presidente Global Security aveva spiegato che “alcune persone non capiscono i rischi che questo comporta per la loro salute e sicurezza” .

Questi farmaci contraffatti, secondo i test effettuati dalla stessa Pfizer, contengono quantità sbagliate o principi attivi errati, e spesso sono contaminate con sostanze potenzialmente pericolose. “I campioni di Viagra contraffatto testati dai nostri laboratori - aveva aggiunto Bassiur - hanno messo in evidenza la presenza di pesticidi, residui di pannelli di rivestimento, di vernice e di inchiostro di stampante".

Per questa ragione, Pfizer aveva lanciato un servizio sulla rete di consegna a domicilio del Viagra.

Questo ultimo studio dai Paesi Bassi illustra che Pfizer e le case farmaceutiche generiche di sildenafil (Viagra), hanno ancora una strada in salita per combattere tutte le versioni illecite.

IN ARGOMENTO:

Viagra, scaduto il brevetto arriverà il generico a costi ridotti

Viagra, troppi falsi. La Pfizer lo venderà on line negli Usa

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter