Il virus del morbillo può eliminare il cancro

Il virus del morbillo contro il cancro

Una donna di 50 anni del Minnesota, affetta da mieloma, è stata trattata con il virus del morbillo a dosi massicce con l’intento di sconfiggere il cancro.

A distanza di sei mesi dalla terapia, la donna, Stacy Erholtz, non presenta la sintomatologia e i segni della presenza del tumore.

La notizia di questa ricerca sperimentale è stata pubblicata sulla rivista Mayo Clinic Proceedings.

Dopo aver sperimentato questo trattamento su di una sola persona, la Mayo Clinic sarà pronta, in settembre, a lanciare la sperimentazione su di un numero più grande di pazienti con il cancro.

I ricercatori per anni hanno saputo che i virus possono essere usati per attaccare e distruggere il cancro.

Essi si legano ai tumori e li usano come ospiti per poter replicare il loro materiale genetico.

Le cellule tumorali cosi attaccate si distruggono liberando e rilasciando il virus ed al contempo il sistema immunitario attacca qualsiasi tipo di cancro che porta i residui della impronta genetica del vaccino.

In tutto il mondo molti ricercatori stanno lavorando per uccidere il cancro usando una varietà di virus, tra cui l'herpes ed il poxvirus, e hanno effettuato cure di lunga durata in studi su roditori ma, come ha scritto nell’editoriale che accompagna l’articolo il dottor John C. Bell del Centro per la Ricerca sul Cancro di Ottawa, questo studio è una pietra miliare in questa lunga battaglia contro la malattia.

Bell ha inoltre aggiunto nel suo che “sapevamo da molto tempo che siamo in grado di dare un virus per via endovenosa e distruggere il cancro metastatico nei topi. Nessuno fino ad oggi aveva dimostrato che si può fare nelle persone”.

Il dottor Erholtz ha sottolineato che secondo la sua mentalità di ricercatore, di fronte ad una paziente in cui era stata provata qualunque tipo di terapia esistesse ed in cui tutte le opzioni si erano esaurite, non c’era ragione per non tentare di seguire anche questa via.

Alla fine ha concluso Erholtz “E stato il trattamento più semplice in assoluto, con pochissimi effetti collaterali. Spero che sia il futuro del trattamento del cancro per infusione."

Ora ciò che è necessario sono ulteriori studi, su scala più ampia, per verificare le potenzialità terapeutiche del virus del morbillo.

IN ARGOMENTO:

Tumori: virus oncolitici contro il cancro, una nuova cura?