Sei qui: Home Salute Sorridere fa stare in salute, la Giornata mondiale del sorriso

Sorridere fa stare in salute, la Giornata mondiale del sorriso

Il primo venerdì di ottobre è la giornata internazionale dedicata al sorriso, cosa che dovremmo fare spesso, giornata che venne inventata da Harvey Ball, l’inventore della faccina sorridente, divenuta con il tempo l’emoticon, ossia quelle riproduzioni stilizzate delle principali espressioni facciali umane che esprimono un'emozione (sorriso, broncio, ghigno, ecc.).

I giovani ed a volte anche noi, quando sappiamo come fare, le utilizziamo prevalentemente su Internet e negli SMS, per aggiungere componenti extra-verbali alla comunicazione scritta.

Harvey Ball, l’uomo che nel 1963 inventò quella icona, impiegò meno di dieci minuti a disegnare quella faccina che gli venne richiesta dalla State Mutual Life Assurance Company of Worcester, Massachusetts, ora conosciuto come Hannover Assicurazioni, la quale aveva acquistato Garanzia Mutua Società dell'Ohio.

La fusione aveva provocato un pessimo morale da parte dei dipendenti e cosi Ball, che era un artista free lance, venne incaricato di inventare qualcosa che aiutasse a far rinascere l’allegria ed il sorriso.

In circa dieci minuti, come lui raccontò aveva appunto creato una faccina sorridente per essere utilizzato su pulsanti, schede di scrivania, e manifesti, spillette.

Da allora questa icon è divenuta giorno dopo giorno sempre più famosa e nel 1999 Ball fondò la “Harvey Ball World Smile’ che decise di dedicare il primo venerdì di ogni ottobre alla giornata del sorriso.

Sorridere è importante perché, come molti studi scientifici hanno dimostrato, sorridere fa bene alla salute perché ridendo si rilassano i muscoli e si mettono in circolo molecole 'positive' come le endorfine.

Sorridere attiva la messa in circolo della dopamina, un ormone che ci aiuta a rilassarci ed ad abbassare le nostre tensioni. Una risata irrefrenabile equivale a 45 minuti di relax e costa molto meno.

La geloterapia,ossia la terapia del sorriso, finalizzata a ristabilire uno stato di buonumore e di benessere psicofisico, suscitando allegria nei pazienti, ha funzione terapeutica riconosciuta in ambito medico.

Sono ormai molti gli studi scientifici che hanno dimostrato il valore terapeutico.

Ilona Papousek, del dipartimento di psicologia dell’Università di Graz in Austria, ha pubblicato uno studio nel quale ha dimostrato che “sorridere abbassa la pressione del sangue e che potrebbe essere un ottimo esercizio di riabilitazione dopo ictus”.

Lo studio condotto dall'Università del Maryland a Baltimora, ha ad esempio dimostrato che il senso dell’umorismo insieme alla capacità di sorridere diminuiscono i rischi di malattie cardiovascolari.

Quindi cari lettori ricordatevi di sorridere oggi perché è la giornata mondiale del sorriso e dio farlo ogni volta che potete perché ci fa bene.

Articoli in argomento

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter