Sei qui: Home Salute In arrivo i Dipartimenti della salute sessuale, il primo a Napoli

In arrivo i Dipartimenti della salute sessuale, il primo a Napoli

Disturbi sessuali e disfunzioni potrebbero trovare soluzione grazie all’iniziativa della Società Italiana di Urologia (Siu) e dell’Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani (Aogoi).

Sessualità degli italiani in crisi, anche a causa della crisi economica. Secondo gli esperti sono circa 16 milioni le persone che soffrono di disturbi più o meno gravi.

I molti studi sull’argomento dicono che gli uomini nostrani sono spesso riottosi a parlarne ma resta il fatto che anche le donne hanno i loro problemi.

I dati descrivono infatti una specie di “epidemia ambosessi”, problemi equamente ripartiti tra uomini e donne che causano il 20% di separazioni e circa 20 mila matrimoni bianchi.

E' quindi benvenuta l’iniziativa della Siu e dell’Aogoi. Le testate online parlano di “pronto soccorso” per le coppie in difficoltà. Certo, suscita una certa ilarità pensare che chi ha problemi di letto vada al pronto soccorso, dove spesso i letti mancano.

Per fortuna le intenzioni dei ginecologi e degli urologi sono molto più serie di quanto non si apprenda leggendo i titoli. Si tratta infatti di aprire dei Dipartimenti della Salute Sessuale della Coppia dove i due specialisti lavoreranno in tandem.

E’ un’iniziativa, per il momento, unica in Europa e tra le prime nel mondo. Sarà portata a termine senza aggravare di costi aggiuntivi il Ssn perché si avvarrà di risorse già presenti. Anzi, secondo gli esperti si potrà produrre un risparmio riveniente da una riorganizzazione delle attività ospedaliere.

Pertanto i Dipartimenti nasceranno dove sono già presenti ginecologi ed urologi e, a quanto sembra, i pazienti pagheranno solo un ticket per la visita.

Il primo a partire sarà il Dipartimento di Napoli, la cui apertura è prevista in autunno. Seguiranno altri centri a Roma, Milano e Palermo.

Probabilmente il lavoro non mancherà per questi centri, almeno secondo i dati presentati dagli esperti. A cominciare dagli uomini, circa 8 milioni soffrono di disturbi. Disfunzione erettile (3 mln), eiaculazione precoce (4 mln), oltre ad un calo del desiderio (1 mln).

Altrettanto consistente è il numero delle donne con problemi che vanno dal dall’anorgasmia (più di 4 mln) ai disturbi del desiderio (oltre 2 mln) al vaginismo (1 mln).

Secondo un’indagine diffusa nello scorso settembre, la ritrosia degli uomini a parlare dei problemi di letto sembra lentamente venire meno.

Il 90% considera la propria condizione come una malattia, ne parla con la partner, va dal mendico e accetta di sottoporsi a visite specialistiche e terapie farmacologiche.

IN ARGOMENTO:

Uomini italiani: stressati, casalinghi, sessualmente cacciatori e virili

La cefalea coitale, quando il sesso causa il mal di testa

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter