Sei qui: Home Salute Un avatar-terapia che faccia tacere le ‘voci’ che sente il paziente schizofrenico

Un avatar-terapia che faccia tacere le ‘voci’ che sente il paziente schizofrenico

I pazienti schizofrenici riferiscono spesso di ‘sentire delle voci’, delle allucinazioni causate dalla malattia. Il tradizionale trattamento con antipsicotici non sempre  produce degli effetti positivi quindi, in questi casi, almeno secondo i ricercatori della University College di Londra, un ‘avatar’ potrebbe alleviare il sintomo.

In alcuni pazienti con diagnosi di schizofrenia può verificarsi quel “sento le voci”, in realtà allucinazioni o deliri che possono destabilizzare il pensiero ed il linguaggio.

Una condizione psichica che, nei casi gravi, può condurre alla perdita di motivazione, all’abbandono della vita sociale, alla trasandatezza e alla mancanza di reattività.

Lo studio, pubblicato sul British Journal of Psychiatry, sostiene che creare un avatar a cui far pronunciare le voci che il paziente ‘sente’, può sollevare le condizioni del paziente stesso.

L’avatar-terapia prevede che il paziente si costruisca, ovviamente con l’aiuto del terapeuta, un avatar che incarni le voci che sente. Un po’ come l’amichetto invisibile che molti bambini creano nel loro immaginario.

Lo psichiatra, che in realtà governa l’avatar, nel corso della terapia rende il personaggio sempre meno minaccioso o oppressivo. Così il l’avatar inizia a ‘pronunciare’ parole di solidarietà o di scuse nei confronti del paziente, fino ad arrivare alla promessa di non volerlo più disturbare.

Il paziente, nel frattempo, viene invogliato a ‘prendere di petto’ il personaggio virtuale inducendolo, infine, a pensare che quelle ‘voci’ siano inesistenti.

La schizofrenia è una patologia complessa che viene trattata prevalentemente con dei farmaci antipsicotici, combinati spesso con un intervento di supporto psicologico.

Tuttavia un quarto dei pazienti non trae effetti benefici dalla terapia farmacologica, ecco quindi, secondo gli studiosi inglesi, l’utilità dell’avatar-terapia che è stata sperimentata su una trentina di pazienti.

I dati relativi a questo studio pilota indicano una buona percentuale di successi. Molti dei pazienti hanno riferito di non ‘sentire più le voci’, altri invece raccontano di riuscire in ogni caso a tenerle sotto controllo.

E’ intenzione dei ricercatori proseguire la sperimentazione di questo tipo di terapia su un numero più vasto di pazienti, circa un centinaio.

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter