Sei qui: Home Salute In partenza per un viaggio in un paese caldo, quali vaccinazioni e precauzioni?

In partenza per un viaggio in un paese caldo, quali vaccinazioni e precauzioni?

Paesi esotici e vaccinazioni

Arrivano le feste natalizie e per qualche fortunato c’è la possibilità di andare a passarle fuori magari in paese caldi, con le vaccinazioni come siamo messi?

Molto spesso nel prepararsi alla partenza ci si preoccupa di molte cose, i giusti abiti, il costume da bagno la muta per le immersioni, ma ci si dimentica quasi sempre di fermarsi a ragionare un attimo su “dove stiamo andando ci sono rischi di prendersi una malattia infettiva?”

Da quanto dopo la Seconda guerra mondiale è iniziata la civiltà del viaggio in cui milioni di persone si sono mosse da un continente ad un altro, da un clima ad un altro, il rischio di prendersi una malattia “tropicale” è aumentato di migliaia di volte e molto spesso ci sono situazioni in cui il non prendere precauzioni può  far correre gravi pericoli. 

Il nostro organismo nel corso degli anni si è abituato a incontrare alcune malattie nei confronti delle quali ha sviluppato sistemi di difesa più o meno efficaci, ma per molte altre perfettamente sconosciute al nostro organismo l’unica difesa è la vaccinazione e seguire alcune regole di vita.

Una cosa da evitare è chiedere consigli al vostro agente di viaggio, magari è anche uno bravo e preparato ma il suo mestiere è organizzare i viaggi e non occuparsi della prevenzione delle malattie infettive trasmissibili. Per fare questo ci sono i centri di vaccinazioni presenti in ogni città all’interno delle ASL.

Informatevi e chiedete a loro che saranno in grado di suggerirvi le vaccinazioni obbligatorie o quelle che sarebbe opportuno fare.

I centri vaccinali vanno consultati 3 o 4 settimane prima della partenza per dare in modo all’eventuale vaccino che dovrete prendere di attivarsi nel vostro organismo e difendervi.

Secondo le statistiche oggi come oggi circa il 54% dei viaggiatori si informa ma resta ancora il 46 % dei viaggiatori che non prende alcuna precauzione, correndo non solo il rischio di ammalarsi ma quello di trasportare a casa una patologia infettiva che potrebbe essere trasmessa ad altri.

Le regole di vita da seguire  non sono molte  varrebbe la pena seguirle perché insieme alle vaccinazioni creano le condizioni per godere di una vacanza senza problemi.

Le più semplici sono:

  • Avere una assicurazione sanitaria che copra le spese per il rientro
  • Niente buffet freddi niente insalate creme o salse al’uovo a alla panna    
  • Bere solo acqua in bottiglia chiusa
  • Usare sempre il profilattico
  • Portarsi i farmaci che normalmente prendete a casa , i liquidi per le lenti a contatto, la pillola.
  • Se andate in una zona malarica iniziare la profilassi un  paio di settimane prima delle partenza, non interromperla  subito quando rientrate (in genere va presa per un paio di settimane dopo il rientro)
  • Attenti al traffico se sarete voi a guidare. Nei paesi in via di sviluppo le strade sono molto spesso pessime e le regole del traffico aleatorie. In quelli sviluppati informatevi sempre sulle differenze tra le loro  regole e le nostre.
  • Non sfoggiate gioielli orologi di valore. Ovviamente se siete in crociera o viaggiate un  paese come ad esempio la Spagna queste regole non hanno valore ma se andate “all’avventura” allora ricordatevele.   

Buon Viaggio

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter