Sei qui: Home Salute Testimone di Geova salvato da una trasfusione denuncia i medici

Testimone di Geova salvato da una trasfusione denuncia i medici

Un operaio di Torino, testimone di Geova, ha denunciato i due medici che nel 2006 gli salvarono la vita dopo un incidente sul lavoro che gli costò anche l’amputazione della mano destra.

I dottori dell’ospedale MariaVittoria di Torino chiesero al magistrato di turno l’autorizzazione per il trattamento sanitario obbligatorio, poiché la legge italiana non permette di curare un paziente contro la propria la volontà.

L’operaio aveva rifiutato la trasfusione, secondo i legali del paziente, per 17 volte. Per questo motivo i due medici potrebbero andare a giudizio per lesioni colpose, violenza privata e somministrazione di trattamento sanitario non voluto.

“L’alternativa avrebbe potuto essere quella di essere denunciati per omicidio del consenziente. Comunque i medici si sono attivati pensando alla salute del paziente”, spiega Fulvio Gianara, difensore di uno dei medici.

Il giudice Luisa Ferracana si è riservato la decisione, dopo che il pm Andrea Padalino ha chiesto l'archiviazione. I legali dell’ex paziente, intanto, hanno presentato opposizione.

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter