Sei qui: Home Politica Scontri Roma: caccia agli estremisti, blitz in tutta Italia

Scontri Roma: caccia agli estremisti, blitz in tutta Italia

Dopo il caos e gli scontri durante la manifestazione di sabato svoltasi a Roma, è stata avviata una vasta operazione di blitz e perquisizioni da parte delle forze dell’ordine in tutta Italia.

Sono centinaia gli uomini della polizia che, già nelle prime luci del giorno, sono intervenuti con mandati di perquisizione negli appartamenti privati di persone sospette e in ambienti anarco-insurrezionalisti.

Sei sospetti, sono stati fermati stamane su un furgone, mentre facevano ritorno a Firenze. All’interno del veicolo sono stati ritrovate maschere anti-gas e materiale presumibilmente utilizzato nella manifestazione di sabato.

Secondo la ricostruzione del “Corriere della Sera”, alcuni black bloc italiani si sono addestrati nelle distese della Val di Susa con i No Tav.

In un’intervista ad un black bloc, pubblicata da “Repubblica”, si evince che molti di questi estremisti violenti hanno fatto un “master in Grecia” recandosi mensilmente  presso gruppi di anarchici greci per apprendere le tecniche di guerriglia urbana.

Vengono preparati in determinati settori a lanciare oggetti, a maneggiare armi, a dividersi in unità e ad attaccare con piani ben studiati.

Il black bloc intervistato, infatti dice: “I compagni ateniesi ci hanno fatto capire che la guerriglia urbana è un’arte in cui vince l’organizzazione”. 

Da quanto emerge, sabato vi erano due grandi unità da duecento persone circa ciascuna. Per quanto riguarda le armi, erano state sistemate buste bianche di plastica che indicavano la loro localizzazione in modo da consentirne un pronto utilizzo durante gli scontri.

Intanto i vertici politici discutono su quanto è accaduto e il leader dell’Italia dei Valori propone di ritornare alla legge Reale. Per Di Pietro “si devono prevedere arresti e fermi obbligatori e riti direttissimi con pene esemplari”.

Ovviamente gli avvenimenti di sabato, non solo hanno scosso e indignato la politica e le persone che erano a casa, ma soprattutto tutti gli “indignados” scesi in piazza che manifestavano pacificamente.

Ma la loro pacifica protesta non passerà inosservata nonostante i disordini di ieri, loro andranno avanti.

Articoli in argomento

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter