Sei qui: Home Politica 300 mila in piazza per dire si all'acqua e no al nucleare

300 mila in piazza per dire si all'acqua e no al nucleare

Roma, 300 mila per dire si all'acqua e no al nucleare San Giovanni, Roma, dal palco annunciano: "Siamo in 300 mila", ma sono sicuramente di più, forse 400 mila. Oggi c'è stata la sfilata per il centro di Roma organizzato dal Forum dei Movimenti per l'Acqua, dal Comitato Referendario 2 Sì per l'Acqua Bene Comune e svariati altri comitati.

Adesioni dall'Italia dei Valori, dal Popolo Viola, dalla Federazione della sinistra e organizzazioni ambientaliste.

Manifestazione contro la privatizzazione dell'acqua, ma non solo. L'evento è stato anche un'occasione per protestare contro le operazioni militari in Libia e contro il nucleare.

Paolo Carsetti è chiaro nelle rivendicazioni del Forum dei Movimenti per l'Acqua: "Noi chiediamo che si ritorni alla gestione pubblica dell'acqua. Il processo di privatizzazione è iniziato in Italia da ben 15 anni e oggi abbiamo le prime prove di cosa vuol dire una gestione privata, aumenti delle tariffe, diminuzione degli investimenti, quindi una diminuzione della qualità del servizio. Una gestione pubblica con una partecipazione diretta dei cittadini potrebbe riportare l'acqua nell'ambito che gli compete, ossia quello dei beni comuni".

Così un altro dei manifestanti: "Noi diciamo che l'acqua è un diritto fondamentale umano, che deve essere gestita dalle comunità locali, a totale capitale pubblico, al minor costo possibile per l'utente, senza essere Spa".

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter