Sei qui: Home Politica Africa, si al preservativo e "pronti ad un Papa nero"

Africa, si al preservativo e "pronti ad un Papa nero"

Africa, si al preservativo e "pronti ad un Papa nero"Umanità, buon senso e realismo al Sinodo per l’Africa. Il relatore generale, cardinale Peter Turkson, apre sull’uso del profilattico che si può “raccomandare” quando uno dei coniugi è affetto da Aids. Inoltre, ha affermato il cardinale ghanese, “la Chiesa cattolica è pronta all’elezione di un Papa nero”.

Il profilattico è respinto dal Vaticano, ma le suore e i missionari che operano in Africa lo trattano con estremo realismo e ne diffondono l’uso tra la popolazione spiegandone le modalità d’utilizzo.


Nel suo ultimo viaggio in Angola e in Camerum, Papa Benedetto XVI manifestò la sua opposizione dichiarando che il profilattico “peggiora le cose”. Posizione contraria, quindi, non solo delle organizzazioni umanitarie impegnate nella lotta all’Aids, ma anche dei religiosi che quotidianamente spiegano a uomini e donne l’uso del condom.

“Se una persona sa di essere contagiata non dovrebbe avere rapporti”, ha spiegato il cardinale Turkson. Ma si può “consigliare l’uso dei condom da parte del partner affetto da Aids”.

Già nel 2000, l’arcivescovo di Genova Tettamanzi si era favorevolmente espresso nei confronti del condom, nel caso di una coppia in cui uno dei coniugi fosse contagiato. Quattro anni dopo seguì anche l’apertura del cardinale di Bruxelles Godfried Dannels, che ammise l’uso del preservativo a protezione dal contagio “per non disobbedire al comandamento che condanna l’omicidio”.

In conferenza stampa Turkson si è poi intrattenuto sull’ipotesi di un Papa nero: “Abbiamo avuto il ghanese Kofi Annan segretario generale dell’Onu, ora abbiamo Obama. La Chiesa cattolica è pronta. Se la provvidenza ci permetterà di vedere questa possibilità, dovremo ringraziare il Signore”. “Magari dovremmo discuterne con il Papa” ha concluso sorridendo

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter