Paese che vai ... cucina che trovi

"Tutto ciò che soddisfa la fame, è buono da mangiare" è un proverbio cinese ma anche noi in Italia diciamo che “ogni cibo è buono quando si ha fame” ed in Lombardia un motto popolare recita “quel che no masa ingrasa “ .

Paese che vai Cucina che trovi ed è ovvio che i gusti e le tradizioni non si discutano.

Quello che a un Italiano appare come orribile per un Cinese è prelibato ma anche viceversa.

Per esempio, credete che altri cittadini del Mondo non inorridiscano davanti al nostro Gorgonzola o solo al sentir nominare rane e lumache?

In alcuni Paesi il solo pensiero di mangiare cibi in scatola fa urlare alla schifezza…

Che dire poi della trippa, del rognone, delle cervella? In fondo è una questione di abitudine, di cultura ed ovviamente di gusto. In Cina è una ghiottoneria mangiare serpenti, ratti, uteri di scrofa; nel sud est asiatico per strada trovate bancarelle frequentatissime che offrono grilli, locuste e vespe come da noi offrono ciccioli o croccante ...

Ma non serve andare così lontano dall’Italia … in Islanda vanno a ruba i cubetti di carne di squalo putrefatta ed in Spagna vanno pazzi per i testicoli di toro.

Un sito di Turismo tempo fa ha stilato una classifica di cibi “orripilanti” tra i quali ne troviamo ben tre che consumiamo anche in Italia … tutto relativo quindi.

Ecco questa bizzarra classifica.

Torta di sangue di maiale: primo posto per questa “merenda” di Taiwan servita fritta o immersa in un brodo aromatico. Il nostro sanguinaccio preparato in modo diverso.

Involtini di polpo vivo: al secondo posto. Per gustarli dobbiamo andare nella Corea del Sud e lì troveremo piccoli polpi avvolti vivi attorno a dei bastoncini e da intingere in una salsa piccante e speziata.

Cavallette: terzo gradino del podio. Le troviamo in Uganda, crude, cotte, intere, senza zampe,senza ali. C’è solo l’imbarazzo della scelta.

Piccione: quarto posto a questo piatto tutto Europeo diffuso specialmente in Francia ed in Italia. Generalmente servito arrosto ma anche bollito.

Durian: al quinto posto la frutta. Il durian infatti è un frutto dal sapore delicatissimo ma … con un difetto talmente grande che a Singapore ne hanno vietato il trasporto sui mezzi pubblici. Quale difetto? Un fortissimo odore di piedi letteralmente insopportabile.

Lutefisk: sesto posto per un altro piatto europeo diffuso anche negli Stati Uniti. E’ un piatto di Natale preparato in Norvegia e Svezia e, come detto, negli Stati Uniti. Si tratta di stoccafisso lasciato nell’acqua per sei giorni e quindi per altri due in una soluzione di idrossido di sodio. Cos’è l’idrossido di sodio? La soda caustica! Sì proprio quella che usiamo per sturare i lavandini intasati. Dopo questa “gradevole” marinatura il pesce deve essere rimesso in acqua per ancora sei giorni per eliminare i residui di soda caustica. A parte la soda caustica ... il pesce sta in ammollo in acqua ben 12 giorni … altro che fradicio.

Larve: non larve qualunque, ma quelle australiane che sono “solo” al settimo posto. Le preparazioni sono molte e potete farvele servire al barbecue, in una zuppa o arrosto … Le più ricercate sono quelle di falena … segnatevelo. Come sono? Gli italiani che le hanno assaggiate le descrivono così: “carne cremosa e delicata, al gusto di uova strapazzate aromatizzate alla noce e mozzarella dolce". Sarà ... ma io preferisco gli originali.

E da bere? Facile … lo Snake Wine che troviamo all’ottavo posto e che si può gustare soprattutto in Vietnam. E’ "semplicemente" vino di riso fatto fermentare per molti mesi con immersi serpenti, scorpioni, insetti e uccelli. Una sola avvertenza … è molto forte quindi andateci piano.

Asino: nono posto ... ed é proprio quello Italiano. La segnalazione riguarda il prosciutto ma sappiamo che qui da noi viene servita la carne (brasato, in umido col la polenta, stufato, stracotto e anche come ragù per condire la pasta).

Struzzo: ultimo ... anche se animale velocissimo. Da qualche anno é “di moda” anche in Italia ma la sua origine cone cibo é in Sud africa. Dicono che Somigli alla carne di vitellone ... io scelgo quest’ultima.

E voi? Avete mai mangiato qualcosa di veramente bizzarro ed inusuale? Me lo raccontate?

IN ARGOMENTO:

Le ricette di Vita di Donna, abbinamento dei vini i consigli e i trucchi

Tutto sull'alimentazione

Le diete dimagranti

Gli alimenti

Le ricette