Sei qui: Home Cronaca Affido condiviso, Anfi: preoccupante l'abuso sui minori

Affido condiviso, Anfi: preoccupante l'abuso sui minori

In Italia diminuiscono i matrimoni e aumentano le coppie separate, una su quattro si divide nei primi anni di matrimonio o di convivenza. E' allora che per i genitori inizia il problema dell'affido dei figli che è condiviso, ma solo per legge dice l'Anfi, l'Associazione dei familiaristi italiani, in occasione del primo congresso nazionale organizzato a Roma.

L'Anfi è promotrice del disegno di legge n. 957 per la riforma dell'affidamento condiviso che dovrebbe garantire la pariteticità di tempi tra i due genitori.

"Occorre esplorare strade nuove come quella dei patti pre-matrimoniali per chiarire precedentemente alcune situazioni - dice Carlo Giovanardi ai microfoni di Sky - e vedere quanto questo sia compatibile con il nostro ordinamento".

Durante le due giornate di incontri e dibattiti con avvocati e psicologi sul tema "La giustizia in nome del minore" è emerso un fenomeno preoccupante, quello dell'abuso sui figli minorenni.

Carlo Ioppoli, presidente dell'Anfi, pone l'accento sullo scambio di denunce tra i genitori separati. "E grave - spiega Ioppoli - perché un minore deve seguire un percorso di accertamento della veridicità delle accuse, che resta comunque un percorso invasivo".

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter