Sei qui: Home Cronaca Ambiente, dalle spezie un aiuto per ridurre i gas serra

Ambiente, dalle spezie un aiuto per ridurre i gas serra

Spezie e gas serra

Le spezie, sono in cucina un aiuto indispensabile per preparare cibi e salse, ma non dobbiamo dimenticare che molte di loro, sono usate in alcune parti del mondo per combattere diversi malanni.

Quello che sicuramente non sapevamo è che possono essere d’aiuto per ridurre i gas serra, i cui effetti sul clima del nostro Mondo, è conosciuta da tempo.

I ricercatori dell’Università di Newcastle (UK), hanno condotto una ricerca, secondo la quale, alcune spezie, come cumino, chiodi di garofano, coriandolo, curcuma e cannella, se miscelati al cibo degli animali d’allevamento, possono ridurre fino al 40% le emissioni di gas metano da loro prodotte, riducendo così in maniera sostanziosa il loro apporto nella produzione di gas serra.

Gli animali d’allevamento, per il gran numero esistente al mondo, contribuiscono in maniera rilevante, alla produzione di gas serra e cosi i ricercatori dell’università di Newcastle hanno eseguito un test su un modello di stomaco di pecora e testato alcune spezie.

Il coriandolo, il più efficace, riduce le emissioni del 40%, la curcuma del 30%, il cumino del 22%, migliorando il processo digestivo degli animali e confermando allo stesso tempo le proprietà di queste spezie, usate da secoli per il loro sapore ma anche per le loro proprietà antisettiche, digestive, anticarminative.

Per il dottor Abdul Shakoor Chaudhry e i suoi colleghi, poter disporre di sostanze naturali e prive d’effetti collaterali, potrebbe essere una soluzione a basso costo e di facile applicazione nel diminuire l’apporto di gas serra da parte di mucche e pecore.

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter