Sei qui: Home Viaggi Assistenza sanitaria all'estero: acquistare una assicurazione prima di partire è la scelta migliore

Assistenza sanitaria all'estero: acquistare una assicurazione prima di partire è la scelta migliore



Quando si prenota una vacanza all'estero, specialmente se si va in paesi extraeuropei, si pensa ai luoghi che si andranno a visitare, alle specialità tipiche che si assaggeranno e alle nuove tradizioni culturali che si andranno a scoprire.

Molto spesso, presi dall'entusiasmo del viaggi, si dimentica una cosa fondamentale e preziosa: la propria salute. Per evitare di correre rischi inutili e trascorrere una vacanza serena, è fondamentale prima di andare all'estero acquistare una assicurazione che ci garantisca l'assistenza sanitaria di cui potremmo aver bisogno. Per evitare di ammalarsi in vacanza, è meglio pensarci prima e prendere tutte le dovute precauzioni.

Se ci rechiamo in un posto esotico dove sono presenti malattie a cui il nostro fisico non è abituato, è molto importante sottoporsi a tutti i controlli necessari e fare tutte le vaccinazioni previste per viaggi di questo tipo. Quando ci si reca sul posto, è fondamentale utilizzare una mascherina di protezione nei luoghi dove si teme possa annidarsi un'epidemia. Inoltre bisogna prestare molta attenzione ai ristoranti dove si va a mangiare (sarebbe consigliabile recarsi nei luoghi segnalati dalle guide turistiche ed evitare il fai da te) e bere l'acqua solo da bottiglie sigillate.

Nonostante si prendano tutte le precauzioni del caso, spesso capita che una serie di fattori come cambio di temperatura, variazione delle abitudini alimentari o eccessiva stanchezza intervengano a rovinare la nostra vacanza. Se ci capita di ammalarci, oltre ad uno stress psicologico, potremmo avere anche delle conseguenze gravose a livello economico, perchè in alcuni paesi può essere difficile e costoso ricevere un'adeguata assistenza sanitaria. Se si prenota il viaggio tramite i tour operator che vendono pacchetti comprensivi di copertura assicurativa, non si incorre in nessun tipo di problema, ma chi decide di fare da sè, ha solo la copertura del Servizio Sanitario Nazionale che non include assistenza e cure all'estero.

In alcuni paesi come Canada, Cina, Giamaica, Maldive, Marocco, Messico, Thailandia non c'è la tutela del Servizio Sanitario Nazionale, nemmeno per gli interventi di Pronto Soccorso. Quindi è assolutamente necessario stipulare un'assicurazione privata per tutelarsi dal rischio di ammalarsi durante il viaggio. Ci sono alcuni paesi in cui ammalarsi può davvero costare un patrimonio, ad esempio in Canada e negli Stati Uniti una semplice caduta con relativa visita al pronto soccorso può arrivare a costare fino a 53 mila euro. Per questo è davvero importante essere previdenti e stipulare una buona assicurazione prima di partire per garantirsi un'adeguata assistenza anche per incidenti di piccola entità.

Insomma, bisogna fare attenzione a stipulare un'assicurazione consona alle nostre necessità e che non ci faccia sborsare una somma di denaro troppo elevata. Il costo di una polizza assicurativa dipende dalla destinazione del viaggio. Se ci rechiamo in Europa, basta stipulare una polizza esistenziale e presentare la tessera sanitaria europea per sostenere tutte le spese mediche.

Se si va in paesi come l’Australia, Capo Verde e la Repubblica di San Marino con cui l'Italia ha stipulato una convenzione sanitaria, basterà rivolgersi ad una ASL per avere tutte le informazioni necessarie. Se invece si va negli Stati Uniti o in Cina, le cifre delle polizze assicurative sono decisamente più onerose, ma si tratta di denaro speso bene, se si pensa alle conseguenze peggiori a cui si andrebbe incontro, partendo senza un'adeguata copertura assicurativa.


Pubblicità no adsense
left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter