Sei qui: Home Viaggi Piloti aerei donna, un sondaggio ne rivela la scarsa fiducia

Piloti aerei donna, un sondaggio ne rivela la scarsa fiducia



Donne pilota

Nell’immaginario collettivo, il tipico equipaggio dell’aereo è composto dai piloti uomini e dal personale di bordo tutto femminile o in parte maschile a seconda del volo aereo.

Per quanto riguarda i piloti, le diverse scuole presenti in Italia e nel mondo, non presentano alcuna distinzione di sesso, eppure quasi mai ci si ritrova a vedere o a sentire (una volta a bordo) un pilota di sesso femminile.

Alzi la mano insomma chi ha mai viaggiato su un volo pilotato da una donna.

Un recente sondaggio condotto da Sunshine nel Regno Unito, ha evidenziato come ben il 51% dei passeggeri inglesi, non si senta per niente sicuro al pensiero d’avere una donna come pilota, visto che secondo loro queste sono meno in grado di gestire situazioni critiche.

In base comunque ai dati forniti dalla Federal Aviation Administration degli Stati Uniti, a partire dal 2010 sono stati registrati ben 8.175 piloti di sesso femmine in America a fronte di 266.000 di piloti uomini. Una differenza di quasi 33 volte che la dice comunque lunga sulle differenze di sesso in questa professione comunque abbastanza selettiva sia dal punto di vista fisico che economico, dato che i corsi possono arrivare a costare anche 100.000€.

In Europa la situazione sta comunque migliorando e tutte le compagnie aeree sono tenute a rispettare le quote rosa anche per quanto riguarda i piloti. Sui voli per Parigi della compagnia di bandiera Air France o della Lufthansa imbattersi in piloti donna non è affatto difficile.

Un’altra parte degl’intervistati ha dichiarato che non si fidano di un pilota maschio in quanto facilmente distraibili e in certi casi anche eccessivi in certi comportamenti.

A proposito di atteggiamenti sconvenienti a bordo di aerei, nel 2011 un passeggero della compagnia IndiGo ha cominciato a dare di matto quando ha scoperto che il pilota era una donna, cominciando a gridare frasi come: Io non voglio morire! Se lei non può prendersi cura della casa, allora come potrà curarsi dell'aereo?". Maschilismo allo stato puro insomma.

Nel 2012 invece una pilota brasiliana ha buttato fuori dall'aereo a calci un passeggero sessista.

IN ARGOMENTO:

Momenti di paura volo British, le donne pilota malore ai comandi


Pubblicità no adsense
left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter