Sei qui: Home Spettacolo Gossip John Travolta, nuove accuse per molestie sessuali

John Travolta, nuove accuse per molestie sessuali



John TravoltaNel mondo dello showbiz, se vuoi un massaggiatore privato, devi sborsare duecento dollari all’ora. Se durante il massaggio, il corpo rilassato e languido, ti erompono in testa strane voglie, ti becchi una bella denuncia per molestie sessuali.

In un giorno del gennaio scorso, protagonisti del presunto “io-non-ci-sto”, presunto perché è ancora tutto da verificare, John Travolta (omen-nomen, ricordate le sue travolgenti interpretazioni di Grease e Pulp fiction?) e il signor John Doe, massaggiatore on-demand. Che chiede, peraltro un risarcimento di due milioni di dollari.

È la seconda denuncia per la medesima ragione che investe la vita di Travolta.
A quanto pare John ha ammiccato all’altro John. Voleva fare delle cose carine insieme. Accampava scuse per un massaggio più approfondito. John secondo, quello non famoso, si è sentito oltraggiato e ha presentato, martedì scorso, “immediata” denuncia al tribunale federale di Los Angeles.

L’avvocato di Travolta, tale Martin Singer, ha bollato entrambe le azioni legali, ridicole e assurde. Nel secondo caso, sembrerebbe mancare il fondamento: le date non coincidono. Ossia, il 16 gennaio, Travolta non si trovava al 15mo piano di un resort di lusso a Beverly Hills.
Martedì mattina presso la Corte federale di Los Angeles, la seconda vittima sostiene di aver eseguito un massaggio all’attore in una località non precisata in Atlanta, Georgia il 16 gennaio 2012. Secondo la documentazione, Travolta si trovava al 15 ° piano del resort di lusso, ed è stato indicato come Mr. White.

Com’è, come non è, quello che rimane lampante è il tentativo di mascherare la vera identità sessuale di questo ragazzone alto un metro e ottantotto centimetri; pilota di jet; membro di Scientiology dal 1997; padre di tre figli e orfano di uno, tragicamente scomparso alle Bahamas; sposato due volte sempre con Kelly Preston.

Tempo fa, ci avevano provato l’attrice Carrie Fisher (la principessa Leila di Guerre stellari) e il designer d’interni , Robert Randolph. Quest’ultimo si era profuso in dichiarazioni fiume sia sul magazine Gawker, nell’ottobre del 2010, sia sulle pagine del National Enquirer, nel novembre del 2011. C’era andato giù pesante: “a John piace far sesso nelle saune. Ha sempre amato i neri, poi i mediorientali, messicani, ispanici e ora gli piacciono i coreani”…”ama sedurre anche gli etero“. Sono andato diverse volte nella sauna e ho visto John spesso lì assieme ad altri uomini. Faceva sesso orale ma non sempre sesso completo. Una volta si è avvicinato a me togliendosi l’asciugamano di dosso ma non me la sono sentita.” (ah, ecco perché quel giorno non era in vena, aggiungo io!)

Ah, se quel lettino potesse parlare!

left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter