Sei qui: Home Scienza e Tecnologia Case più inquinate dell'ambiente esterno. Cosa fare?

Case più inquinate dell'ambiente esterno. Cosa fare?



Inquinamento

I fattori ambientali come l'inquinamento possono svolgere un ruolo negativo sulla nostra salute. Chi vive nelle città può fare poco per sottrarsi agli agenti nocivi quando è fuori, ma quando è in casa è al sicuro?

Chi non ha mai sentito parlare di polveri sottili? Si, quelle particelle solide o liquide di dimensioni abbastanza piccole così da rimanere sospese nell’aria e venire quindi inalate con il respiro. Non c'è nulla di più sbagliato se pensiamo che una volta al sicuro delle nostre mura domestiche siamo al riparo.

L’inquinamento da polveri sottili è dovuto essenzialmente al traffico delle auto e possono procurare raffreddori ricorrenti, sinusiti, bronchiti, asma.

Se poi qualcuno fuma in casa è un disastro, perché i prodotti della combustione si attaccano su mobili e pareti e, secondo recenti studi, i residui sono addirittura più pericolosi del fumo passivo. Se poi ci sono bambini, il cosiddetto fumo di terza mano va assolutamente evitato.

Vogliamo poi parlare delle muffe che possono crearsi sulle pareti? Sono brutte, ma non solo. Infatti possono rilasciare delle tossine che bene alla salute certamente non fanno.

Ma c'è un'altro nemico della salute che popola la nostra casa che, anche se non si sente, produce i suoi danni: la formaldeide.

La formaldeide è utilizzata per la produzione di resine sintetiche, ed è praticamente quasi ovunque. In casa è difficile che non ci sia perché è presente nei materiali da costruzione, mobili, soprattutto nel compensato e nel truciolato, ma anche nelle tende o nei prodotti utilizzati per la pulizia della casa.

L’esposizione prolungata può procurare irritazioni agli occhi, alle mucose della bocca, alla pelle. Non mancano anche altri sintomi come il mal di testa e senso di stanchezza.

Insomma, la casa non è proprio così sicura dal punto di vista ambientale ma qualcosa si può fare. A volte sono sufficienti semplici rimedi come quello di tenere il più possibile aperte le finestre per liberarsi delle polveri sottili.

Contro il fumo la soluzione è una sola, quella di non fumare in casa. Al massimo, si può accendere la sigaretta fuori, in terrazza, chiudendo però la finestra in modo da non far penetrare il fumo.

Le muffe possono essere eliminate con uno straccio ed una candeggina, cercando di non far superare il tasso di umidità dell'aria oltre il 50%.

E contro la formaldeide? In questo caso il problema è più arduo da risolvere ed il rimedio casalingo è di difficile applicazione, occorrerebbe infatti tenere aperte le finestre 24h su 24h, 365 giorni all’anno.

Una soluzione è quella di installare pareti e controsoffitti con tecnologia Activ’Air. Si tratta di una tecnologia innovativa – basata sui sistemi di costruzione a secco in cartongesso – che permette di liberare finalmente la creatività e di progettare da protagonista il Benessere Habitativo della tua casa. Senza limitazioni. Senza più confini o barriere.

Se si pensa ad una ristrutturazione, considerati anche i vantaggi degli incentivi fiscali, è il momento giusto per migliorare la qualità della vita, risparmiare sulle spese di riscaldamento e climatizzazione, oltre ad evitare problemi di salute. Inoltre Activ’Air® è una tecnologia brevettata Saint-Gobain Gyproc, testata da laboratori riconosciuti a livello internazionale nel settore delle analisi ambientali (Eurofins).

Saint Gobain, leader nel mercato edilizio mondiale da oltre 350 anni, produce materiali innovativi che contribuiscono a migliorare il comfort abitativo.

Per saperne di più guardate il video:

 

 


Articoli in argomento

Pubblicità no adsense
left Siamo un' associazione no profit che si propone di tutelare la salute della donna. Forniamo gratuitamente consulenza telefonica e via email su qualsiasi problema di salute femminile. Siamo all'interno della Casa Internazionale delle Donne di Roma nell'edificio più noto come Buon Pastore del Comune di Roma

Socials Bottom

Iscriviti alla Newsletter